Siliqua, discarica abusiva in terreno privato: oltre al danno la beffa

Una sentenza della Corte di cassazione penale impone l’obbligo della rimozione dei rifiuti a carico del proprietario del terreno inquinato

Nella foto di repertorio una discarica abusiva a Siliqua

Rifiuti di ogni genere sono stati abbandonati su un terreno privato, in località Poadas, nei pressi della statale 130 al confine tra Villaspeciosa e Siliqua. Gli uomini della Forestale, intervenuti per un sopralluogo, hanno trovato una discarica abusiva: sacchetti di spazzatura, vecchi pneumatici d’auto e altri detriti. Il tutto abbandonato a cielo aperto. Poco dopo, gli uomini del Corpo Forestale hanno provveduto ad avvisare i proprietari del terreno che, secondo una sentenza della Corte di cassazione penale, n. 10484 del 12/03/2007, impone l’obbligo della rimozione dei rifiuti abbandonati a carico dei proprietari del terreno inquinato. Insomma, è il caso di dire: “oltre al danno, anche la beffa”. Gli stessi proprietari, inoltre, devono provvedere a denunciare per iscritto alle forze dell’ordine (carabinieri, polizia municipale e forestali), l’abbandono dei rifiuti da parte di ignoti. Tra l’altro, secondo l’attuale legge, trattandosi di un terreno privato, il Comune non può intervenire, se non con apposita ordinanza.


In questo articolo: