Siete fan della mela? Gustatela nella sagra di Ussassai

Sabato 22 e domenica 23 la sagra delle mele a Ussassai


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Sabato 22 e domenica 23 ottobre 2016 nella suggestiva cornice del centro storico di Ussassai si rinnova l’appuntamento con la “SAGRA DELLA MELA”. L’evento, giunto alla sua ventesima edizione, è organizzato dalla locale Pro Loco, con la collaborazione del Comune di Ussassai, Eventi Sardegna e dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna.

 

Protagoniste della sagra saranno le tradizionali mele ussassesi. Autentici gioielli di archeologia contadina, nelle loro varietà: “Trempa arrubia”, “Mel’ogliu”, “Melapira” e “Mela ferru”. Attorno a questi autentici tesori la locale Associazione Turistica ha costruito un ricco programma. 

Nei due giorni di festa le antiche case e “magazzini” del paese accoglieranno i turisti, che potranno scoprire e degustare le mele. Ma anche le tante bontà dell’antica tradizione enogastronomica locale: “Su strippiddi” (civargius con zucche ed erbe varie), “Coccois prenas” (focacce ripiene di patate e tanti condimenti), “Culurgionis cum meccuda” (menta), “Pan’e saba”, “piricchittus”, ecc. Sarà anche possibile visitare i laboratori artigianali di ceramiche, riproduzione di gioielli antichi, coltelli, ecc.

Sabato alle ore 16 è in programma una tavola rotonda su “Agricoltura e spopolamento”, con agricoltori e coltivatori di mele di Ussassai, tecnici ed esperti. Il dibattito sarà moderato dalla giornalista Antonella Loi. Più tardi si terrà la cerimonia di inaugurazione del grande murales rappresentante una grande mela, che mostra al suo interno alcuni scorci panoramici del paese. Madrina dell’evento sarà Tzia Cosimina Podda, la nonnina centenaria di Ussassai.   

“Una mela per Bimbo” è il titolo dell’incontro (ore 19) col Dottor Munjiu (dott. Pier Paolo Deidda), che illustrerà la campagna di raccolta fondi e farmaci destinati all’ospedale pediatrico di Bimbo (Repubblica Centrafricana). 

Domenica mattina in fuoristrada sarà possibile visitare alcune attrazioni storiche, tra cui l’antica chiesa campestre del SS. Salvatore (più nota come “San Gerolamo”) e ambientali come “Funtana Milisai”. Per i bimbi, in piazza San Lorenzo, sono previsti giochi e animazione con i “Trucca bimbi” Debby e Francesco. 

Le due giornate della sagra saranno animate dalle melodie del Trio Banderas. Mentre domenica pomeriggio le note itineranti di musica funky, jazz, blues e latin jazz della “Mogoro Marching Band” invaderanno le strade del centro storico. 


In questo articolo: