Sicurezza informatica, premiato un laureato in Ingegneria a Cagliari

Importante risultato per Simone Moro, con la tesi “Attacchi avanzati su piattaforma Android: studio, sviluppo e implementazione di software deliberatamente vulnerabile”

Un laureato della Facoltà di Ingegneria di Cagliari è risultato tra i vincitori del prestigioso premio “Una tesi per la sicurezza nazionale” assegnato dal Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A centrare l’importante risultato è stato Simone Moro, con la tesi “Attacchi avanzati su piattaforma Android: studio, sviluppo e implementazione di software deliberatamente vulnerabile”. Si tratta di un risultato importante per la Facoltà guidata dalla prof.ssa Alessandra Carucci ma anche per l’intero Ateneo, dato il delicato settore del quale si occupa la tesi e considerato il Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza che ha conferito il premio.

La tesi – elaborata al Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari, sotto la supervisione del prof. Giorgio Giacinto e del dr. Igino Corona – mostra come, attraverso la progettazione e l’introduzione di apposite vulnerabilità nelle applicazioni Android, si possano aggirare i sistemi di sicurezza del Play Store di Google. In questo modo è possibile pubblicare applicazioni apparentemente innocue, ma che di fatto permettono a chiunque di carpire dati personali come immagini, numeri di telefono e messaggi dal cellulare della vittima.

Simone Moro è nato a Nuoro nel 1985, e dopo la laurea ha iniziato a lavorare come ingegnere dei sistemi per l’azienda cagliaritana Nurjana Technologies, società che fa parte del Distretto Aerospaziale della Sardegna. Attualmente si occupa della progettazione di sistemi software complessi che vengono utilizzati principalmente in contesti mission-critical, come ad esempio nelle applicazioni dedicate all’aerospazio e alla difesa.