Sì ai circhi con animali a Cagliari, scontro al Comune. Psd’Az:“Dalla sinistra solo bugie”

Niente punti in più ai circhi senza animali come chiedeva l’opposizione. Ma restano dei criteri di premialità che scattano per gli spettacoli senza elefanti, ecc. La sinistra: “Tigri e leoni devono stare nella natura”

Divide il consiglio comunale l’ok al nuovo regolamento sugli spettacoli itineranti. Niente punti in più ai circhi senza animali come chiedeva l’opposizione. Ma restano dei criteri di premialità che scattano per gli spettacoli senza elefanti, leoni, ecc.

“Sui social del centrosinistra si legge di una certa maggioranza di destra che non vieta gli animali nei circhi. Invito gentilmente, chi ha lasciato questa dichiarazione, a studiare il diritto e l’economia, o se preferisce, tacere”, scrive Antonella Scarfò, consigliera comunale Psd’Az. Punto primo: non possiamo vietare gli animali nei circhi perché non possiamo legiferare e non c’é un divieto nazionale e pertanto saremo oggetto di ricorso al Tar.

Punto secondo incredibile: con il Regolamento che abbiamo approvato, abbiamo previsto i criteri di premialitá ai circhi senza animali. Ecco le bugie tanto per raccattare qualche voto, ecco il vero volto della sinistra Cagliaritana e Italiana. Siete sempre gli stessi. Ahimè”.

L’assessore alle Attività produttive Alessandro Sorgia alla domanda sui punteggi ai circhi senza animali ha risposto: “Nessun punteggio è stato previsto”.

E lo scontro continua. “La maggioranza del sindaco Truzzu boccia la proposta di premialità per i circhi senza animali”, ha scritto nella propria pagina Facebook Matteo Massa, consigliere dei Progressisti.

“Abbiamo proposto al consiglio comunale di inserire nel regolamento un maggiore punteggio per i circhi senza animali. Un piccolo ma importante atto politico verso il superamento di una visione tradizionale, ma obsoleta, degli animali selvatici e del loro utilizzo per scopi ludici.

La legge nazionale impedisce agli enti locali di introdurre un divieto totale all’uso degli animali nei circhi, ma con il nostro emendamento – che aveva ricevuto un parere di regolarità tecnica del Dirigente del Servizio – avremmo potuto premiare chi non ne fa utilizzo.
Purtroppo per gli animali e per la nostra Città, la maggioranza del sindaco Truzzu ha bocciato la proposta.

I mammiferi esotici, specialmente elefanti e grandi felini (leoni e tigri), utilizzati nei circhi hanno lo stesso patrimonio genetico dei loro simili che vivono in natura, e mantengono perciò gli stessi comportamenti istintivi e bisogni naturali che, come dichiara la Federazione dei Veterinari Europei, “non possono essere soddisfatti in un circo itinerante; soprattutto in termini di alloggi e di rispetto alla possibilità di esprimere comportamenti normali”.


In questo articolo: