Sestu, una fiaccolata per la ex bidella suicida: “Agnese è innocente”

Con l’iniziativa, nata su Facebook, i sestesi intendono dimostrare ai familiari della donna che non dubitano della sua onestà e correttezza

di Vanessa Usai

Una fiaccolata per Agnese Usai, per dimostrare ai familiari della ex collaboratrice scolastica che lunedì scorso si è tolta la vita dopo le accuse di molestie sessuali nei confronti di una bambina di 4 anni, che Sestu non dubita della sua onestà e correttezza. La proposta, lanciata da Andreina Cao sul gruppo di Facebook ‘Tutti gli abitanti di Sestu”, sta raccogliendo  centinai di like, commenti e adesioni. L’idea è quella di creare ora un evento ad hoc sul social network per organizzare la fiaccolata.

Il paese ha salutato ieri pomeriggio la ex bidella 64enne, in una chiesa stracolma e nell’incredulità generale. Dopo quarant’anni trascorsi a prendersi cura, nelle scuole materne di Sestu, dei bambini di varie generazioni,  Agnese ha deciso di porre fine alla propria esistenza a seguito di un avviso di conclusione delle indagini preliminari che ipotizzavano un abuso sessuale su una scolaretta di 4 anni, risalente a due anni fa. Un’accusa troppo infamante da sopportare, che la donna ha messo a tacere con un gesto drammatico e poche righe scritte su un foglio di carta: “La gente è solamente capace di giudicare. Sono innocente”. Un epilogo che archivia definitivamente un fascicolo giudiziario controverso, senza che giustizia sia fatta. Ma i sestesi la loro sentenza l’hanno già emessa: Agnese è innocente. E lo grideranno ad alta voce con una fiaccolata in suo nome.


In questo articolo: