Sestu, inciviltà choc dietro la chiesa: “Un cane morto accanto a un mare di rifiuti”

Sacchi di spazzatura stracolmi di piatti e bicchieri di plastica a San Gemiliano. E, tra i cumuli di rifiuti c’è anche la carcassa di un cane: “C’è una puzza insopportabile, questa è inciviltà assoluta”

Una mini discarica nelle campagne sestesi, proprio sul retro della chiesa di San Gemiliano. Tra i cespugli e le sterpaglie qualche incivile ha “ben pensato” di disfarsi di chili e chili di rifiuti. Piatti e biccheri di plastica, stagnola e cartacce, uno stendibiancheria e, dietro un sacco nero, addirittura la carcassa di un cane. Le foto, pubblicate su uno dei gruppi Facebook di Sestu, stanno facendo il giro del web. Un inno totale all’inciviltà, con il Comune impegnato a cercare di contrastare i “furbetti” della raccolta differenziata (numerose le multe fioccate nei mesi scorsi). Ma per qualcuno, tuttavia, separare e smaltire correttamente carta, plastica e umido sembra essere un’impresa titanica. E la natura non ringrazia.

Questo è quello che si trova dietro la chiesa di San Gemiliano. Anzi, è anche poco perché stavo camminando e non potevo fermarmi”, scrive P. L. “Nella busta nera con un odore che non fa a passare vicino c’è un cane morto, questa è inciviltà assoluta”.


In questo articolo: