Sestu, fenicottero ferito a un’ala salvato da una runner: “Abbiamo deciso di chiamarlo Fortunato”

Il povero volatile trovato sul bordo di Corso Italia da una signora, che ha subito chiamato i barracelli: “Deve aver sbattuto sui cavi dell’alta tensione, adesso è già al sicuro e, fortunatamente, non morirà”. CONDIVIDIAMO TUTTI questa bellissima notizia!

Stava correndo su uno dei lati di Corso Italia a Sestu quando, all’improvviso, ha notato un fenicottero per terra. Si è subito avvicinata e ha notato che il volatile non stava bene, così ha deciso di chiamare i soccorsi. Sul posto, dopo pochi minuti, è arrivato il comandante della compagnia dei barracelli di Sestu, Antonio Fadda: “Il povero fenicottero era ferito ad un’ala e stava perdendo sangue. È quasi certo che abbia sbattuto contro dei cavi elettrici. Adesso si trova al Centro della fauna selvatica a Monastir e sta bene”. 

“Fortunatamente si salverà, è un esemplare molto giovane”. Una storia a lieto fine, quindi, quella che ha visto protagonista il fenicottero: “Lo monitoreremo sino a quando non sarà completamente guarito”, spiega Fadda, “Abbiamo deciso di chiamarlo Fortunato”. E mai nome, viso il caso, poteva essere più azzeccato. 


In questo articolo: