Sestu, città del Buco: le proteste dei cittadini si leggono per strada

Il singolare messaggio di protesta degli automobilisti-cittadini contro le voragini sull’asfalto. Sestu, “la città del Buco” è il messaggio ironico ma pungente contro l’amministrazione guidata dalla sindaca, Paola Secci

Sestu, la città del Buco. Unu stampu in sa ia (tradotto come “un buco sulla strada”). Già, proprio così, stavolta l’ironia di qualche cittadino infuriato la dice lunga sulla disastrosa situazione delle buche nelle strade sestesi. Ecco la scritta realizzata da qualche buontempone di turno con la bomboletta spray e che compare esattamente in via Cagliari, una delle vie cittadine maggiormente malmesse: asfalto ormai sgretolato, voragini un pò ovunque, anche in via Vittorio Veneto, all’ingresso di Sestu, appena dopo la rotonda accanto all’EuroSpin. Ma la lista delle strade compromesse è davvero lunga, chissà fino a quando sarà così, con gli occhi al cielo degli automobilisti sconfortati per il costante slalom tra i fossi.

Una singolare e quasi bizzarra denuncia, ma che mette in primo piano un “cuore” in mezzo alla buca, come fosse un’icona-ricordo della triste situazione, analoga a tanti centri dell’hinterland. Sì, sarà anche brutta da vedere, ma è un monito ben preciso lanciato all’amministrazione, guidata dalla sindaca Paola Secci, affinchè le squadre di “pronto intervento” del municipio, (principalmente ufficio tecnico), si adoperino con solerzia e riescano almeno a “tappare” le odiose buche, quasi un immancabile mezzo per far lavorare a pieno ritmo gommisti e meccanici.


In questo articolo: