Serrenti, il sindaco nel cantiere lumaca: “I lavori? Li finiamo noi”

Clamoroso flash mob di protesta del primo cittadino Luca Becciu nel cantiere fantasma

I lavori al rallenty sulla statale 131? A completarli, a Serrenti, ci pensa il sindaco insieme a un comitato di cittadini. Che si improvvisano operai proprio per rimediare all’assenza dei veri operai. In un cantiere lumaca, che di fatto paralizza la Sardegna. Non ci sta Luca Becciu, primo cittadino del paese finito ingabbiato dalle transenne e da quelle orrende strisce gialle che ogni giorno fanno rischiare la vita a migliaia di automobilisti. Non ci sta perchè sinora gli appelli e le proteste sono finite nel vuoto, strangolate dalla burocrazia. Una specie di flash mob quello organizzato stamattina, che farà discutere e riapre la polemica sulla statale dei pericoli. Armati di vanghe e rastrelli, sindaco e cittadini si sono messi al lavoro per sopperire all’assenza di chi quei lavori avrebbe dovuto completarli. Per raddoppiare quell’unica corsia di marcia sulla quale si viaggia da anni, per colpa delle aziende fallite e dei ritardi all’italiana.


In questo articolo: