Serrenti, dalle mani della ceramista Alessandra Furcas un’opera contro la violenza

L’inaugurazione presso il Polifunzionale di via Fara.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Fortemente voluta dall’amministrazione comunale guidata da Pantaleo Talloru e dalla vicesindaca Maura Boi, la realizzazione artistica sarà a disposizione di tutta la comunità per mai dimenticare l’impegno per la lotta contro ogni forma di violenza. Sarà il simbolo per eccellenza, rosso come il sangue che ha ricoperto le vittime che sono cadute per mano di chi ha solo voglia di sopraffare il prossimo senza rispetto e, soprattutto, amore. Perché l’amore con la possessione, il dominio, la mancanza di rispetto non ha niente a che fare. È stato affidato alla nota artista serrentese Alessandra Furcas il delicato incarico di esprimere i tanti significati che quest’opera racchiude: lei ha accettato, con emozione, e dalle sue mani è nato il simbolo che deve ricordare che non si deve far del male. Una iniziativa che non si ferma, dunque, al 25 novembre e a tutte le altre date che sono diventate le giornate contro la violenza ma che deve spingere la comunità ad andare ben oltre per non dover più organizzare fiaccolate e incontri per commemorare le vittime. Prevenzione, dunque, sensibilizzare la società, soprattutto chi è nel vortice della violenza senza nemmeno saperlo: sono dinamiche psicologiche che avvengono pian piano quelle che inghiottono le vittime, tutte uguali purtroppo, e drammaticamente usuranti. Svalutazioni, gelosia immotivata, insulti, schiaffi, silenzi punitivi, privazioni, controllo del telefono e delle amicizie sono solo alcuni dei segnali che devono mettere in allarme: parole ripetute sino allo stremo ma che, ancora oggi, molte volte non vengono ascoltate, recepite, con tragiche conseguenze che la cronaca riporta con troppa frequenza.

Questo vuole anche esprime l’opera di Furcas, realizzata con il cuore e con la sensibilità che contraddistingue l’artista: ha accettato senza riserve per essere partecipe attivamente al contrasto di questa piaga sempre più profonda. L’inaugurazione si svolgerà il 17 maggio alle ore 17,30: dopo i saluti del sindaco interverranno Maura Boi, Antonella Pasci, consigliere comunale, e si terranno delle letture a tema a cura del gruppo di lettura “Il Sentiero dei Libri”. Verrà proiettato anche un cortometraggio, “Per dire no alla violenza sulle donne”. Modera la serata Emanuela Porcu, bibliotecaria.


In questo articolo: