Serramanna piange Gabriele Cipolla, il baby calciatore ucciso da un treno

Serramanna è sconvolta. Si chiamava Gabriele Cipolla il 15enne di origini siciliane morto oggi travolto da un treno sui binari del paese. Era un baby calciatore, il numero 10 della Gialeto e il padre è molto conosciuto in paese

Serramanna è sconvolta. Si chiamava Gabriele Cipolla il 15enne di origini siciliane morto oggi travolto da un treno sui binari del paese. Era un baby calciatore, il numero 10 della Gialeto e il padre e la madre sono molto conosciuti a Serramanna. Secondo alcune testimonianze avrebbe attraversato i binari mentre il passaggio a livello era chiuso.

Stava tornando dal mare il 15enne finito sotto le rotaie del treno in arrivo da Oristano. Confusione e paura tra le decine di passeggeri a bordo Confusione e caos, comprensibilissimi, tra le decine di passeggeri che si trovavano a bordo del treno, partito da Oristano, sotto il quale è finito il 15enne Gabriele Cipolla, il baby calciatore morto stasera dopo essere sceso dal treno preso da Cagliari dopo aver trascorso una giornata al mare insieme a dei suoi amici. L’impatto è stato purtroppo fatale e il convoglio si è subito fermato. Stando alle ricostruzioni sinora eseguite, il ragazzino ha attraversato i binari senza accorgerai dell’arrivo del treno. Le decine di passeggeri a bordo hanno sentito un rumore sordo, “come un botto”, e il treno che ha subito rallentato la corsa. Inutili i soccorsi, restano solo le lacrime e la tristezza per una tragedia che si è consumata sotto gli occhi di molte persone. I passeggeri, dopo lunghi minuti di confusione, hanno saputo ciò che era successo: per loro è stato messo a disposizione un pullman per proseguire il viaggio verso Cagliari. Sul posto ci sono ancora le Forze dell’ordine.


In questo articolo: