“Serial killer di gattini a Flumini? Vi racconto la verità: così ho cercato di salvare la micetta che poi è morta”

Mary Meloni, testimone diretta della vicenda, smentisce la versione fornita da un’associazione animalista: “Ho cercato di salvarla in tutti i modi, la gattina era stata investita, ma dopo qualche ora è morta. Poi dalla scatola, quei gattini potrebbero essere stati salvati da soli. Altro che serial killer sequestratore di gatti…”

Macché “orrore” dietro la fine del gattino “portato via ritrovato dentro una scatola con tanto di calendario di gattini come presa in giro e strozzato di proposito”. Mary Meloni, testimone diretta della vicenda. smentisce la versione fornita da un’associazione animalista: “Ecco come è andata: lunedì 24 settembre, verso le 21 e 30, vicinissimo al mio ingresso di casa, scorgo una gattina sul ciglio del marciapiede, appoggiata alla ruota di una macchina in sosta. È sola e piuttosto malconcia: la prima impressione è che sia stata investita. Decido comunque di portarla in casa per cercare di rifocillarla e soprattutto scaldarla. Tento di somministrare un po’ di latte, la avvolgo con qualcosa di caldo, quindi la ripongo in una scatola, rafforzando il fondo con carta che trovo a disposizione (due vecchi calendari). Nonostante tutto ciò, dopo qualche ora verso le h 01,30, la gattina smette di respirare. Decido di lasciarla lì, in quella scatola, in attesa dello smaltimento del corpicino il giorno successivo. Ma, al ritorno dal lavoro, la scatola non c’è più. Tutto qui. Non c’è dunque nessun assassino che, secondo l’articolo, sarebbe la stessa persona che “sta tenendo anche gli altri tre cuccioli rimasti”. Delirante l’accorato appello “di non far loro del male se ancora vivi e di portarli nel giardino dove li ha presi”…ma quale giardino? Destino ha voluto che una persona sensibile nella media e amante degli animali in maniera non fanatica si sia trovata sotto il naso un esserino in difficoltà e abbia prestato aiuto, anche se non c’era più nulla da fare. Ma siccome al destino non credo, azzardo un’ipotesi, sicuramente meno scellerata e più probabile rispetto a quella del serial killer sequestratore: i gattini si possono essere allontanati da soli, tanto più che dalla lettura dell’articolo si evince che la mamma sia stata allontanata dai suoi piccoli per la sterilizzazione… Mi auguro che codesta spettabile redazione, che tante volte è stata utile alla comunità, dia a questo messaggio la stessa rilevanza che ha dato alla farneticante intervista che ha creato dal nulla panico e sospetti, magari con un bel titolone: RISOLTO IL MISTERO DEL GATTINO TROVATO MORTO NELLA SCATOLA… Felice giornata”.


In questo articolo: