Sequestrata una piantagione di marijuana a Selargius, arrestato un uomo

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari, impegnate in attività di contrasto al traffico di stupefacenti, hanno individuato un fabbricato rurale nelle campagne di Selargius adibito alla coltivazione illecita di circa 100 piante di canapa indica del tipo marijuana.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari hanno individuato un fabbricato rurale nelle campagne di Selargius adibito alla coltivazione illecita di circa 100 piante di canapa indica del tipo marijuana.

I Finanzieri si sono imbattuti in uno stabile dal quale provenivano fortissime esalazioni riconducibili alla canapa, accompagnate dalla presenza di un articolato sistema di aerazione forzato che lasciava intuire la presenza di una possibile coltivazione illecita di marijuana.

Gli immediati approfondimenti investigativi consentivano di rilevare l’assenza di qualsivoglia attività agricola autorizzata, inducendo le Fiamme Gialle ad eseguire un controllo più puntuale.

In effetti, all’atto dell’accesso gli operanti hanno sorpreso un soggetto (poi risultato gravato da precedenti di polizia in materia di sostanze stupefacenti) intento alla lavorazione delle piante di canapa che – all’esito delle analisi di laboratorio eseguite dal Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Cagliari – sono state censite come canapa indica con un valore di THC (principio attivo della marijuana) pari al 4%, ovvero 6 volte superiore al limite che sarebbe consentito dalla normativa per la coltivazione della cosiddetta “canapa light”.

Dal quantitativo sequestrato di sostanza (in parte già essiccata e lavorata) si presume che sarebbe stato possibile ricavare infiorescenze e foglie, pronte per la vendita al dettaglio, corrispondenti a oltre 40.000 di dosi di sostanza stupefacente del valore commerciale di oltre 400.000 euro.

Dopo aver proceduto al sequestro delle infiorescenze in fase di essiccazione e delle circa 100 piante ancora in fase di sviluppo, i finanzieri hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, il responsabile.

Questo nuovo sequestro eseguito dalle Fiamme Gialle, che fa seguito a quello di rilevantissime dimensioni – circa 11.000 piante – eseguito nelle scorse settimane nelle campagne di San Giovanni Suergiu, sottolinea, ancora una volta, quanto sia redditizia la coltivazione della marijuana per quei gruppi criminali che fanno, appunto, del traffico di stupefacenti il loro core business.

La Sardegna è ormai da diversi anni in cima alle classifiche nazionali per quantitativi di marijuana sequestrata, evidenziando come il territorio regionale venga sempre più spesso sfruttato dalla criminalità locale.


In questo articolo: