Selargius, svaligiata l’auto di un medico: ladri in fuga con i dati di 1200 pazienti e due pc

Un furto, rispetto al solito, ancora più ignobile. Nei computer ci sono informazioni sensibili e percorsi di cure molto importanti e urgenti. L’sos di una dottoressa 38enne: “Hanno anche preso le chiavi del mio ambulatori, l’auto era parcheggiata davanti alla mia abitazione. Chiunque abbia notizie utili mi chiami, i ladri si mettano una mano sulla coscienza”

Due computer con, dentro, tutti i dati sensibili di 1200 pazienti. Tra loro c’è chi ha giusto bisogno di una tachipirina o di integratori ogni tanto, ma la dottoressa, una 38enne che ha già presentato regolare denuncia ai carabinieri, vittima del furto, segue anche malati oncologici. La sua Fiat 500 X è stata svaligiata nella notte. L’auto era parcheggiata davanti alla sua abitazione, a Selargius. Qualcuno, dopo aver spaccato una parte del vetro del lato passeggero, ha aperto la portiera ed è fuggito “due computer, un hard disk e un Csn, il telefono del laboratorio e anche le chiavi dello studio medico”, spiega. E, anche in questo caso, nessuno ha sentito volare una mosca. Solo poco dopo l’alba, infatti, la dottoressa si è accorta del mega furto. “Non lascio mai oggetti così preziosi dentro la macchina”, confida, disperata, alla nostra redazione. E, oltre al danno economico, c’è anche quello lavorativo e legato alla privacy: dati e percorsi clinici dei suoi tanti pazienti sono ora alla mercè di estranei.
“Ho già fatto la denuncia ai carabinieri di Selargius”. Un aiuto potrebbe, magari, arrivare da qualche telecamera? “Non lo so. Di fronte a casa mia non ce ne sono, ma nelle villette poco distanti invece sì. Chiunque abbia notizie utili mi contatti, i ladri si mettano una mano sulla coscienza”.


In questo articolo: