Selargius Metropolitana,intervista al sindaco Gian Franco Cappai VIDEO

Il sindaco di Selargius Gian Franco Cappai: “I Comuni che fanno parte della Città Metropolitana avranno dei benefici sicuramente in futuro”

Per tanti la Città metropolitana  è un oggetto misterioso e per questo sentiremo il parere dei sindaci dei 17 comuni che la compongono per conoscere il loro punto di vista e per capire cosa effettivamente i cittadini debbano aspettarsi da questo nuovo ente.  

Abbiamo iniziato le video interviste  con il sindaco di Selargius Gian franco Cappai.     

“Ora sono in una fase embrionale” Ha detto il primo cittadino di Selargius “con la Conferenza metropolitana, Consiglio metropolitano e Sindaco metropolitano tutti provvisori. Credo che il Sindaco metropolitano dovrà indire le elezioni per il rinnovo del Consiglio metropolitano che da 40 passa a 14 membri. Allora ci sarà realmente in decollo della città metropolitana, anche se siamo in una fase transitoria c’è la volontà delle  le amministrazioni di andare avanti e condividere tutto quello che nel corso di questi 10 anni come forum dei sindaci abbiamo messo insieme”.  

Ricordiamo che  sono organi del nuovo ente la Conferenza metropolitana,il Sindaco metropolitano  Massimo Zedda Attualmente in carica ), il Consiglio metropolitano composto da 14 membri che verrà eletto il prossimo 23 ottobre da tutti i consiglieri comunali dei centri che fanno parte della Città Metropolitana. 

Gian Franco Cappai è convinto che in molti settori arriveranno dei giovamenti per cittadini e amministrazione coinvolte: “ Faccio degli esempi,  dalla mobilità alla residenzialità, dalla manutenzione del verde all’ ambiente, poi le strutture e infrastrutture scolastiche.  

Non ci saranno benefici immediati però appena il Consiglio metropolitano sarà eletto da tutti i consiglieri comunali dei Comuni compresi nel nuovo ente,  avrà la possibilità di dettare alcune azioni che daranno i frutti immediatamente”.  

La  politica dovrà infine dire la sua per  evitare le solite contrapposizioni e per favorire la massima rappresentatività:    “L’intesa per l’elezione dovranno trovarla i partiti politici” ha concluso Gian Franco Cappai  “e sarebbe auspicabile che trovino un accordo e che la maggior parte dei Comuni venga rappresentato all’interno  del nuovo organismo. Il nuovo Consiglio sarà formato da 14 membri e già tre Comuni con certezza  non saranno rappresentati”.  

Video:


In questo articolo: