Selargius, l’accusa dell’operaio: “L’automobilista voleva passare a tutti i costi e mi ha travolto”

È sotto choc Simone Marras, il 40enne travolto in via Metastasio da un uomo “con una Peugeot grigia. Voleva passare ma c’erano le transenne, stavamo potando gli alberi. Dopo avermi colpito mi è passato con le ruote sopra il braccio. È sceso, mi ha tirato per la strada dicendomi che non mi ero fatto nulla. Quando sono arrivati i miei colleghi ha ingranato la retromarcia, poi la prima ed è fuggito. Ho avuto molta paura”. VIDEO INTERVISTA ESCLUSIVA

Un pomeriggio di lavoro che è rischiato di finire in tragedia. Simone Marras, operaio della ditta diretta dal fratello, 40 anni, è stato investito da un automobilista che, dopo pochi secondi, è fuggito. Tutto per un diverbio: “L’uomo al volante dell’auto, una Peugeot 206 grigia, voleva passare a tutti i costi ma c’erano le transenne e dei rami pericolanti”. Marras stava potando, insieme ai colleghi, alcuni alberi in via Metastasio a Selargius. Ne aveva ancora per un’oretta quando, all’improvviso, in lontananza è comparsa la sagoma dell’automobile. Strada ristretta a causa delle transenne, messe per motivi di sicurezza. Ma, stando al suo racconto, il guidatore non ha voluto sentire ragioni: “Mi sono messo davanti alla sua macchina e mi ha colpito a un fianco, facendomi cadere”. Una volta a terra, poi, “ricordo che è passato sopra una delle mie braccia”. I colleghi dell’operaio sono subito intervenuti, ed è nato un parapiglia: “L’automobilista è sceso, mi ha trascinato per la strada, dicendomi di alzarmi, che non mi ero fatto nulla. Invece ero dolorante”. Gli altri operai sono intervenuti, l’uomo è risalito a bordo e, “prima in retromarcia, e poi mettendo la prima, se n’è andato, è fuggito. Per fortuna siamo riusciti a prendere il numero della targa”.
Simone Marras è stato trasportato da un’ambulanza del 118 al Policlinico di Monserrato in codice verde: “Sono andato via quasi subito, c’era troppa fila. Ora ho dei dolori al braccio e alla schiena”, la speranza è che si attenuino nelle prossime ore. “Non ho mai visto prima quell’uomo. Se mi avesse investito con più forza sarei morto, o rimasto ferito. Ho avuto molta paura”. Marras si sfoga: “Le Forze dell’ordine non sono intervenute subito”. Da verifiche fatte da Casteddu Online, del caso sono stati informati gli agenti della polizia Locale di Cagliari e i loro colleghi di Selargius. Se l’operaio vorrà far valere le sue ragioni e fare in modo che l’automobilista “furioso” venga ritrovato, dovrà presentare una denuncia: solo così potranno partire le indagini visto che, come precisano dalla caserma della polizia Locale selargina, “si tratta di un reato non perseguibile d’ufficio”. Ma Marras è deciso: “Andrò a denunciare tutto”.


In questo articolo: