Selargius, è allarme sicurezza: nuova rapina al mini market

Nel mirino un supermercato di via San Martino. I commercianti: “Basta, meglio chiudere presto”.

E’ ancora paura a Selargius, dove l’escalation di furti e rapine sembra non arrestarsi. Nelle scorse settimane i commercianti e i residenti avevano lanciato l’allarme: “Non ci sentiamo al sicuro, appena fa buio il pericolo è dietro l’angolo”. E invece, oggi, i malviventi hanno agito anche con la luce del sole. Con il volto coperto e armato di una pistola, un uomo ha infatti minacciato la cassiera di un supermercato di via San Martino, intimandole di consegnare i soldi incassati fino a quel momento.

Erano da poco trascorse le 16,30 quando è entrato in azione, e al mini market c’erano dei clienti presenti. Il rapinatore è così riuscito ad impossessarsi di circa duecentocinquanta euro, per poi fuggire a bordo di un’auto guidata da un complice: hanno fatto perdere le proprie tracce. I titolari del negozio hanno lanciato l’allarme, sotto choc. Sul posto sono arrivati i militari del nucleo Radiomobile di Quartu e della stazione di Selargius, che negli ultimi mesi si sono ritrovati a fronteggiare una vera e propria emergenza.

A partire dei danneggiamenti alle attività commerciali dal chiaro tono minatorio, fino alle auto trovate in cenere perché avvolte improvvisamente dalle fiamme. Fiamme di origine dolosa, come hanno accertato vigili del fuoco, polizia e carabinieri dopo gli ultimi episodi.

In aumento, nell’hinterland cagliaritano, anche furti e rapine, al punto che diversi commercianti, hanno deciso lo scorso dicembre di abbassare la saracinesca prima che tramonti il sole. “Oltre alla crisi – hanno detto – non possiamo subire anche i danni provocati da ladri e rapinatori. Meglio chiudere”.