Boom di sos, i soldi non bastano: a Selargius niente bonus bolletta per 63 famiglie bisognose

I 43mila euro finiscono presto, la bolletta della luce pagata a 241 persone. A bocca asciutta decine di selargini che hanno chiesto, ma non ottenuto, l’aiuto previsto per l’emergenza Covid

I soldi c’erano, stanziati dal Governo, ma sono finiti in un batter d’occhio. O in un clic, giusto per restare in tema. Il bonus per il rimborso della bolletta della luce è andato a 241 famiglie di Selargius che hanno richiesto l’aiuto, previsto a causa dell’emergenza Covid. 43mila euro suddivisi dagli uffici comunali che, però, sono bastati ad accontentare solo una parte di chi aveva presentato la domanda. Sono 67 quelle ritenute “ammesse ma non finanziabili”: significa che chi ha bussato alle porte dell’area socioassistenziale aveva tutte le carte in regola per poter riavere indietro i denari spesi per non restare al buio. Ma è restato, purtroppo, a bocca asciutta. Dal Comune lo ammettono senza mezzi termini: “Esaurimento delle risorse statali”, niente bonus. Sono state sessantasette, invece, le richieste bocciate. I motivi? Isee difforme o superato, bollette del 2021 e fatture incomplete.
La graduatoria stilata dagli uffici comunali dell’Assistenza sociale sono provvisori. Con i fondi già esauriti, però, bisognerà capire se il Comune riuscirà, o meno, a reperire nuove risorse per tutti quei cittadini e famiglie che “si sono trovate in difficoltà e hanno vista ridotta la loro capacità di acquisto” ma che, a causa delle risorse non infinite, sono rimaste a bocca asciutta


In questo articolo: