Scoperto un allevamento illegale di maiali a San Giovanni Suergiu

Scatta una multa di diecimila euro per il proprietario

Scoperto dai carabinieri della stazione di Tratalias,a San Giovanni Suergiu (e non a Tratalias come inizialmente comunicato dalle forze dell’ordine), un allevamento abusivo di animali. I militari hanno identificato un soggetto, disoccupato e già noto ai militari per i suoi precedenti di polizia, da cui è scaturito poi un controllo più approfondito che ha permesso di scoprire un vero e proprio allevamento abusivo di suini.

Un recinto improvvisato in cui gli animali erano tenuti in modo non corretto, costretti a stare su una pavimentazione ricoperta di escrementi e liquami. L’allevamento irregolare era nascosto in una zona particolarmente impraticabile per la morfologia del territorio e della vegetazione. Non solo. Nell’ispezionare accuratamente il recinto i militari hanno individuato anche due esemplari di fauna selvatica ossia cinghiali, sprovvisti di autorizzazioni che ne attestassero il lecito possesso.

“La presenza degli allevamenti illegali rappresenta un pericolo per l’insorgere di focolai di Peste Suina Africana in Sardegna – spiegano i carabinieri – Per questo, al fine di svolgere controlli più approfonditi, gli operanti hanno chiamato il personale veterinario della Asl di Carbonia”.

I suini, quattro maiali maschi e una femmina, non erano identificati all’anagrafe zootecnica, risultavano tutti sprovvisti di marchi auricolari e di tracciabilità e quindi mai sottoposti ai controlli igienico sanitari. Al proprietario degli animali, cui verrà comunicata una sanzione di 10.000 euro per illecito amministrativo, così come previsto dalla normativa di settore nazionale, è stato consegnato un verbale con le prescrizioni per regolarizzare l’anagrafe e la biosicurezza delle strutture.


In questo articolo: