Sassuolo-Cagliari 2-2, eurogol di Keita, due rigori e molti errori. Mazzarri: nel finale si doveva vincere

Finisce 2 a 2 al Mapei Stadium, una partita divertente e emozionante che finalmente interrompe la serie negativa del Cagliari. Oggi alle 19,30 su Radio Casteddu linea ai tifosi rossoblù con “A bocce ferme dopo il Cagliari”

UN GRAN BEL CAGLIARI PAREGGIA A SASSUOLO

Finisce 2 a 2 al Mapei Stadium, una partita divertente e emozionante che finalmente interrompe la serie negativa del Cagliari. Sassuolo in vantaggio con Scamacca e repentino pareggio di Keita Balde con un gol di quelli che un tempo, sarebbe stato definito “meritevole del costo dell’abbonamento”, poi nel secondo tempo un rigore ciascuno chiude in parità l’incontro. Rigore per il Sassuolo provocato da un’entrata sciagurata di Lykogiannis e realizzato da Berardi, poi è Joao Pedro a realizzare un rigore provocato proprio da un fallo commesso nei suoi confronti. Finalmente un Cagliari propositivo, reattivo e caparbio che non si fa intimidire dall’atteggiamento votato all’attacco del Sassuolo. Purtroppo, ancora una volta sono le prestazioni di singoli giocatori a condizionare la gara, Lykogiannis su tutti, impreciso, spesso in ritardo e abbastanza confuso con la posizione in campo, anche Marin sembra spaesato e fuori posizione. Per il resto bene Grassi (finalmente in campo dal primo minuto) e Bellanova, protagonista quest’ultimo di uno splendido tiro al volo parato da Consigli. Il Cagliari c’è, nonostante i soliti 2 goal subiti, finalmente i ragazzi di Mazzarri hanno messo in campo grinta e determinazione, un plauso a tutti i protagonisti di questa gara che di fatto dovrebbe rappresentare la svolta del campionato.


In questo articolo: