Sartiglia, ragazza caraibica sfila col costume sardo: “L’ho indossato con orgoglio”

L’immagine di una giovane sorridente, Rosario Lys, che sfila per le vie del centro di Oristano, tutta avvolta in un costume tipico sardo, condivisa su Facebook da tantissimi sardi: “Sono stata criticata, ma sono e sarò sempre me stessa”. Ma ci sono anche commenti positivi. Cosa ne pensate?

Sorride fieramente, mentre sfila indossando un costume tipico sardo, per le vie oristanesi in festa per la Sartiglia. Un passo avanti, un altro, verso un mondo senza barriere o confini, sia geografici sia mentali? Possibile: lo scatto realizzato da un fotografo ([email protected]) fa letteralmente il giro del web e del social network più utilizzato, Facebook. In molti mostrano soddisfazione “per l’ottimo esempio di integrazione” e riconoscono “un mondo che cammina anche se gli stolti lo vogliono fermare”. Boom di “pollici” di approvazione,.

Ma c’è anche chi “vede” un problema in una ragazza di colore che sfila con un costume dell’Isola al centro del Mediterraneo: “Avrebbe fatto meglio a indossare un bell’abito colorato tipico del suo Paese”, o “il privilegio di indossare un costume sardo deve continuare a essere dei sardi”. E lei, Rosario Lys, risponde: “Sono stata criticata per mille de persone e voglio dirvi che non mi credo di essere sarda perché non sono nata in Italia, e per questo non posso indossarlo? Perché sono di colore? Wow! Non sapevo che per indossare questo abito il colore della pelle centrava qualcosa! Ho indossato questo costume Oristanese con passione, con eleganza e soprattutto con il cuore ,per soddisfazione personale e di altre persone perché amo la Sardegna e le diverse culture! Per me é stata una sperienza Bellissima! Mi piace sperimentare cose nuove! E continueró a sfilare sempre con questo bellissimo sorriso e fuori con i commenti e le critiche negative! Sono e sempre saró me stessa. Non sono né Africana né di Senegal sono Caraibica!”.


In questo articolo: