Sarroch resta senza il passaggio di Sant’Efisio: “Lo celebreremo domenica con una Messa a porte chiuse”

L’edizione 2020, anno del Coronavirus, priverà i paesi come Capoterra e Sarroch anche del semplice passaggio del Santo

Sarroch resta senza il passaggio di Sant’Efisio: “Lo celebreremo domenica con una Messa a porte chiuse”, spiega il sindaco Salvatore Mattana. L’edizione 2020, anno del Coronavirus, priverà i paesi come Capoterra e Sarroch anche del semplice passaggio del Santo. Il sindaco spiega: “Come ogni anno attendiamo l’arrivo di Sant’Efisio che con il suo passaggio riaccende in noi e nella nostra comunità i sentimenti di fede e devozione.
Quest’anno non sarà come sempre, non potremo accoglierlo e accompagnarlo, con le luci e i colori della festa, perché le disposizioni per l’emergenza sanitaria hanno determinato che si proceda allo scioglimento del voto con il solo trasferimento tecnico del simulacro del Santo dalla sua Chiesa di Stampace al luogo del martirio a Nora.
Avremo voluto almeno potergli dedicare un momento di preghiera nella nostra chiesa, come sempre abbiamo fatto, e, sopratutto ora in questa situazione di difficoltà che stiamo vivendo, ma il nostro desiderio, a causa delle condizioni date, non ha potuto trovare accoglimento.
Lo faremo, comunque, con lo spirito riunendoci come comunità in una messa che Don Stefano celebrerà il 3 maggio, alle ore 9.40, a porte chiuse, nella nostra chiesa antica, alla quale parteciperò cercando di rappresentare tutti voi, rivolgendogli una preghiera, un sentimento e un ringraziamento affinché ci conceda, come sempre, la sua protezione”, le parole del sindaco di Sarroch Salvatore Mattana. 


In questo articolo: