Sardegna, turismo 2.0: “Uno spot per dimostrare che siamo il meglio”

La Regione lancia una nuova campagna promozionale per il turismo, mentre è boom di presenze straniere nell’isola


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Quest’anno il turismo in Sardegna tornerà sui valori pre-crisi: restituirà vitalità all’intera isola, anche grazie alle maggiori sinergie tra costa e interno”. Alla presentazione del programma della Borsa Italiana del Turismo che si terrà dal 13 al 15 febbraio a Milano, l’Assessore Regionale al Turismo Luigi Crisponi snocciola alcuni dati sulla scorsa stagione turistica: “Rispetto al 2012 abbiamo avuto un incremento del 12% dei turisti stranieri, che raggiunge così una quota quasi pari a quella degli italiani che scelgono la Sardegna come meta per le vacanze. L’incremento, in termini di crescita economica, vale l’1% del PIL. Questa è la dimostrazione che stiamo pian piano vincendo la battaglia sulla strategicità dell’isola nel quadro del turismo internazionale. Quest’anno – spiega Crisponi – sbarcheremo alla Bit di Milano in modo garbato ma puntuale, con 300 mq a nostra disposizione che ospiteranno oltre 200 operatori”.

Sono numerosi i progetti messi in campo dall’Assessorato Regionale al Turismo e Crisponi è sicuro di poter continuare su questa strada anche per i prossimi 5 anni. “Abbiamo progettato il Destination Management System, una vera e propria nuova piattaforma che sarà presente sul sito della Regione nella quale gli operatori turistici potranno incontrare virtualmente i turisti: si potranno così acquistare i pacchetti vacanze per la Sardegna. Il DMS – spiega l’Assessore – avrà ripercussioni economiche importanti perché, dal terzo anno in poi, produrrà profitto per le casse regionali”. Paolo Zucca, regista del film “L’Arbitro”, ha girato il nuovo spot sul turismo in Sardegna: un lavoro all’insegna dell’ironia, dove vien posto l’accento sulla qualità e la longevità della vita nell’isola. “Sono stato molto felice di poter realizzare un lavoro con la Regione Sardegna, cercando di accogliere i suggerimenti dell’Assessore – dice Zucca -. In Sardegna, nel campo cinematografico, stiamo raggiungendo livelli di professionalità altissimi, impensabili fino a 5 anni fa. Lo spot è costato meno di 40 mila euro, compreso di tutto. Il lavoro, realizzato completamente da maestranze sarde, vede all’opera due scienziati alla ricerca del segreto della qualità della vita in Sardegna – continua il regista – e vengono evidenziati i caratteri principali della nostra cultura enogastronomica e paesaggistica. Spero che il video possa essere virale sul web grazie alla sua chiave ironica”. Lo spot, che verrà diffuso anche a livello internazionale, sarà disponibile da domani sul sito della Regione. 

Matteo Meloni


In questo articolo: