Sardegna protagonista alla fiera Imex di Francoforte

Specializzata nel ‘mice’, il segmento turistico riguardante meeting, viaggi incentive, convention ed eventi

Da domani la Sardegna protagonista alla fiera Imex di Francoforte, specializzata nel ‘mice’, il segmento turistico riguardante meeting, viaggi incentive, convention ed eventi. All’appuntamento tedesco parteciperanno, in uno spazio espositivo all’interno del padiglione Enit, 16 operatori sardi accreditati dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, in rappresentanza di sedi di eventi e meeting, in gran parte hotel congressuali, agenzie di viaggio e di servizi. Per loro una fitta agenda di incontri prefissati nei tre giorni di contrattazioni. “Clima mite quasi tutto l’anno, strutture adeguate in contesti ambientali unici, elevata professionalità nei servizi, tradizione culinaria e ‘well being’, in pratica qualità della vita ottimale, sono i fattori che – secondo l’assessore Francesco Morandi – rendono la Sardegna destinazione ideale per organizzare un evento di successo. Su essi si basa l’affermazione e la competitività del prodotto congressuale dell’Isola”.

Turismo congressuale. All’Imex saranno presenti oltre 3500 espositori provenienti da 150 Paesi di tutto il mondo, in rappresentanza di uffici turistici nazionali e regionali, alberghi, centri fieristici, compagnie aeree e di crociera. Nel 2014 le presenze (pubblico più espositori) sono state 14700, con un picco nel secondo giorno (5500 visitatori); ben 65 mila sono stati gli appuntamenti fissati tra gli operatori. Nell’edizione 2015 si prevedono numeri simili. Il mice rappresenta il segmento col più alto grado di specializzazione e innovazione e vale più della metà del totale del settore business travel. Nel 2013 il fatturato sviluppato a livello mondiale dalla ‘meeting industry’ è stimato in oltre mille miliardi di dollari e concorre al fatturato totale dell’industria turistica mondiale per una quota di quasi il 25%. L’Italia era al sesto posto nel 2012 con una quota del 3,5% del mercato ‘congressuale’.

Promozione in Germania. Francoforte è l’ultimo dei cinque appuntamenti fieristici tedeschi per la Regione, dopo Dusseldorf, Stoccarda, Monaco di Baviera e Berlino. Un’intensa attività promozionale non casuale dato che la Germania rappresenta da decenni il primo Paese al mondo per flussi verso l’Isola, secondo in valore assoluto soltanto alla Lombardia: nel 2014 ha fatto registrare oltre 250 mila arrivi che hanno generato quasi 1 milione e 400 mila presenze. “Un motivo decisivo – aggiunge Morandi – per posizionarsi su questo mercato, e su altri ‘obiettivo’, anche col prodotto congressuale, strategico per la capacità di movimentare utenza nei mesi di spalla”. L’appuntamento, inoltre, chiude il primo semestre di tour promozionali in Europa attivato dalla Regione. Dopo l’estate l’attività riprenderà con la partecipazione ad altre sei fiere: Barcellona, Londra, Rimini, Varsavia e i saloni nautici, Cannes e l’Interboot di Friedrichshafen. E con tre eventi: Londra, Monaco di Baviera e Vienna, organizzati dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio.


In questo articolo: