Sardegna, la beffa dell’hockey a Suelli: o giocate o votate, addio Coppa Italia

La passione per l’hockey o il voto alle prossime elezioni? Il Suelli ritira la squadra dalla Coppa Italia: inaccettabile dovere giocare a Bologna il 4 marzo, senza potere consentire ai ragazzi di votare per le politiche. Il paradosso dello sport, ma soprattutto dei trasporti sardi

La passione per l’hockey o il voto alle prossime elezioni? Il Suelli ritira la squadra dalla Coppa Italia: inaccettabile dovere giocare a Bologna il 4 marzo, senza potere consentire ai ragazzi di votare per le politiche.

Il paradosso dello sport, ma soprattutto dei trasporti sardi: volare in giornata e disputare una partita, come fanno i giovan i di tutte le Regioni, è un sogno impossibile.

Non ci sta Luca Pisano, presidente dell’Hockey Suelli: “L’ennesimo atto di vigliaccheria nei confronti dello sport sardo- afferma- e in particolare ai ragazzi del Suelli, costretti a dover scegliere tra andare a votare o giocare la Coppa Italia, che per volontà del SAN Nazionale e il benestare del Presidente è stata inserita unica squadra sarda in un girone nella penisola. L’obbligarci a giocare il 4 marzo a Bologna è un dispetto senza precedenti. Il Suelli oggi ha depositato il ritiro dalla Coppa Italia titolo che aveva vinto nel 2008”.


In questo articolo: