La Sardegna che sparisce, Deiana: “Emigrazione travolgente, in un anno 13mila persone in meno”

A Radio Casteddu il presidente regionale dell’Anci: “Lo spopolamento è un problema della Sardegna: in un anno sono sparite 13mila persone a causa di un’emigrazione travolgente che leva la linfa vitale perché coinvolge i più giovani, abbiamo chiesto un impegno alla Regione. Ma purtroppo il Covid ha bloccato tutto”

“Lo spopolamento è un problema della Sardegna: in un anno sono sparite 13mila persone a causa di un’emigrazione travolgente che leva la linfa vitale perché coinvolge i più giovani, abbiamo chiesto un impegno alla Regione. Ma purtroppo il Covid ha bloccato tutto”. Così a Radio Casteddu Emiliano Deiana, presidente regionale dell’Anci. Deiana è intervenuto dopo la protesta sulla carenza di medici di base nei comuni sardi.

“Abbiamo incontrato l’assessore Nieddu e abbiamo ampliato il ragionamento sulle case salute e infermieri di comunità e quanto sino utili per garantire il diritto alla salute dei cittadini nei territori. Purtroppo la quota 100 ha dilapidato il patrimonio dei medici, poi siamo fermi al bando del 2018. E c’è il problema dei medici che cercano di evitare le zone più disagiate”.

Capitolo Covid. “Dal punto di vista generale inviterei alla prudenza, perché le varianti sono un problema”, ha aggiunto Deiana, “sulla campagna vaccinale c’è stato un contributo da parte di sindaci e comuni, ma ora dobbiamo premere sugli under 60 che ancora non si son vaccinati ed è fondamentale il ruolo dei medici di famiglia.

Il sistema dei controlli va rispristinato: chi arriva in Sardegna deve essere immunizzato o negativo a un tampone, perché la situazione si può complicare, soprattutto per i più giovani che non sono vaccinati. Ma i controlli vanno fatti alla partenza perché qui in Sardegna non ce la faremo mai a sopportare il carico antropico in arrivo. I rischi sono più ridotti, ma dobbiamo evitare nuovi focolai, soprattutto per chi vive di turismo. Il green pass deve garantire l’accesso alla Sardegna perché d’estate raddoppiamo la popolazione e conseguentemente le possibilità di diffusione del contagio”.

Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
https://fb.watch/6st4SXDktG/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline


In questo articolo: