Sardegna, da domani a mercoledì scatta lo sciopero dei benzinai: “Stop alla benzina anche nei self service”

La protesta dei benzinai sardi comincia lunedì mattina e si protrarrà sino a mercoledì, attenzione perché in tanti potrebbero ritrovarsi senza scorte

Sardegna, da domani a mercoledì scatta lo sciopero dei benzinai: “Stop alla benzina anche nei self service”. La protesta dei benzinai sardi comincia lunedì mattina e si protrarrà sino a mercoledì, attenzione perché in tanti potrebbero ritrovarsi senza scorte. Intanto il caso diventa anche politico. L’apertura di un tavolo tecnico per poter adeguare il differenziale di guadagno per litro, con un rialzo sino a 10 centesimi. Una somma in grado di far uscire dal tunnel della crisi i gestori delle stazioni di carburanti isolane”. E’ la proposta del consigliere regionale del Partito Sardo d’Azione Nanni Lancioni, che porterà la tematica all’interno della commissione attività produttive. Il summit con un gruppo di gestori degli impianti di benzina sparsi nelle strade della Sardegna è servito a focalizzare la situazione drammatica del settore: “La radiografia del margine di guadagno mette l’accento su un andamento al ribasso per il margine di guadagno dei gestori di carburante – spiega l’esponente dei sardisti – Il differenziale ha subito una flessione spaventosa passando dalle 100 lire del 1988 (pari a 5 centesimi al litro) sino agli attuali 2,5 centesimi. Un crollo sancito da accordi al ribasso firmati dai sindacati, senza una rappresentatività adeguata della nostra categoria”.


In questo articolo: