Sardegna, 800 euro per due mesi alle famiglie rimaste senza reddito: approvato il decreto

E cento euro in più per ogni componente delle famiglie numerose: Ecco i punti strategici del decreto che sblocca i soldi per le famiglie sarde

Consiglio regionale, via libera al decreto per misure straordinarie urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiare l’emergenza economico-sociale derivante dalla pandemia SARS-COV-2”. Si tratta di un’erogazione di 800 euro al mese per due mesi a tutti i nuclei familiari composti da lavoratori dipendenti, partite IVA o autonomi che hanno subito sospensione o riduzione dell’attività a seguito dell’emergenza COVID-19, oltre a persone che non possiedono alcuna forma di reddito. Il disegno di legge esaminato e votato oggi in Consiglio prevede:

800€ mensili per due mesi alle famiglie rimaste senza reddito a causa dell’emergenza Covid-19
 Accesso agli aiuti a quanti non hanno beneficiato della CIGD, titolari di rapporti lavorativi co.co.co e titolari di P.Iva la cui attività è stata sospesa o ridotta a causa della diffusione epidemiologica da Covid-19
 Il contributo per le famiglie è cumulabile con altre tipologie di sostegno al reddito fino al contributo massimo di 800€
 Per nuclei familiari superiori a tre unità è previsto un’ulteriore concessione di 100€ per ogni componente
 Le risorse sono trasferite ai Comuni che dovranno stanziarli secondo criteri stabiliti dalla Giunta regionale

“Un primo importante intervento a favore delle troppe famiglie colpite da questa imprevedibile e pesantissima crisi sanitaria, sociale ed economica”, spiega la Regione

 


In questo articolo: