Sardara, nuovo piano contro il rischio alluvione: strategia dell’acqua

Il sindaco di Sardara Giuseppe Garau annuncia un nuovo progetto per prevenire disastri come l’alluvione dello scorso novembre 

C’è un nuovo piano a Sardara contro il rischio alluvione. Ad annunciarlo è il sindaco Giuseppe Garau, che spiega come si intende prevnire altri disastri dopo all’uvione del novembre scorso: “Gli eventi calamitosi del 18 e 19 novembre scorsi, per i quali è stato dichiarato lo stato di calamità, hanno evidenziato in maniera preoccupante diverse criticità storiche legate alla regimentazione delle acque che attraversano il centro abitato. L’Amministrazione Comunale ritiene pertanto prioritario intervenire con l’esecuzione di alcune opere strategiche utili a preservare il centro abitato da ulteriori danni che potrebbero ripresentarsi a causa dell’azione dell’acqua.

Il progetto prevede una serie di interventi localizzati in via Lixedu (ingresso serbatoio comunale), via Adige, via Mincio e presso il canale tra via Ariosto e via Umberto. Con i lavori di Lixedu si intendono convogliare le acque meteoriche provenienti dalla viabilità privata  (deposito) verso il canale di ‘Su Fau’ in modo da ridurre il carico idrico in via Ariosto con la realizzazione di alcune opere idrauliche consistenti in due serie di griglioni lunghi quanto le intere sezioni stradali di pertinenza. L’intervento di via Ariosto riguarda invece il tratto di canale naturale scoperto che parte dall’attraversamento di via Umberto, proseguendo per la lottizzazione di ‘Perda Sterria‘, fino alla periferia del paese in direzione della provinciale per Villanovaforru. L’obiettivo è quello di realizzare alcune opere tese ad eliminare, o quantomeno ridurre, il rischio di intasamento dell’imbocco del tratto intubato, per evitare la possibile tracimazione. In Adige  si intende intercettare le acque meteoriche ed eliminare la presenza di detriti e buche derivanti principalmente dall’avanzato stato di degrado della pavimentazione stradale. Saranno dunque realizzate due griglie, una all’imbocco della via Ticino, l’altra all’imbocco di via Piave; si procederà anche al rifacimento del manto stradale. A completamento degli interventi si intende porre rimedio ad alcune criticità emerse nella via Mincio attraverso la predisposizione di due griglie larghe quanto la sezione stradale da posizionare all’imbocco con via San Gavino e nell’incrocio con via Adda. In conclusione in via Oristano (incrocio con via Roma) verrà realizzato un pozzetto di raccolta completo di griglia. In questo modo si intendono fornire delle risposte concrete rispetto ai disagi evidenziati dall’evento calamitoso con un chiaro impegno teso alla salvaguardia e alla tutela dei cittadini”.


In questo articolo: