Sanzioni comunali, Claudio Cugusi: “I cagliaritani paghino a rate”

Il consigliere di La Base Claudio Cugusi chiede che le “piccole sanzioni” vengano pagate a rate. Da chi si dimentica l’etichetta sul mirto o il cartello sul cesto dei muggini, sono migliaia i cagliaritani che ricevono multe di questo tipo

La possibilità di poter pagare le sanzioni amministrative comunali con più rate e il passaggio della gestione di queste multe dalle mani della Polizia municipale a quelle del Servizio legale – Avvocatura: lo chiede in due emendamenti che domani illustrerà in aula il consigliere comunale di La base, Claudio Cugusi. Due emendamenti che “riguardano migliaia di cagliaritani” per chiedere di modificare “in senso più equo il regolamento per l’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie”.

Attraverso il primo, Cugusi chiede la modifica del comma 8 dell’art. 9 del regolamento, sollecitando una maggiore rateizzazione per tutti quei “cagliaritani sanzionati perché dimenticano di mettere un’etichetta sul mirto o un cartello sul cesto dei muggini”. Se la modifica andasse in porto, i cittadini sanzionati potrebbero chiedere di dilazionare in dieci quote mensili per le multe da 201 fino a 1000 euro, mentre per importi superiori le rate potrebbero salire fino a trenta.

Il secondo emendamento riguarda la competenza sulla gestione delle sanzioni, che così passerebbe dalla Polizia municipale al Servizio legale – Avvocatura.

 


In questo articolo: