Sant’Elia, scoperto il fortino abusivo del “fumo”: spacciatori in fuga

Scoperta un’intensa attività di spaccio in piazza Demuro: all’interno di una baracca abusiva è stato recuperato l’hashish, mentre sono in corso le indagini per risalire all’identità degli spacciatori che sono riusciti a fuggire alla vista dei Carabinieri

Circa mezzo chilo di hashish, 40 grammi di marijuana, svariato materiale utilizzato per il confezionamento, tra cui un bilancino di precisione, ricetrasmittenti e contenitori per la suddivisione della sostanze in dosi, ancora diverse armi bianche tra le quali persino un machete. E’ il bilancio della scorsa notte dei militari della stazione carabinieri di San Bartolomeo, durante una specifica attività di perlustrazione volta al contrasto della produzione e vendita di sostanze stupefacenti, che hanno svolto un’apposita azione di monitoraggio nel quartiere di Sant’Elia.

Da tempo i militari nel corso dei loro normali servizi preventivi, con particolare riferimento alle aree circostanti alla locale piazza Demuro, avevano notato movimenti sospetti in relazione alla possibilità di detenzione e vendita di sostanze psicotrope di vario genere. Predisponendo un mirato servizio di osservazione e controllo della zona di interesse, le pattuglie sono intervenute all’interno di una struttura in legno costruita abusivamente, all’interno della quale si trovavano diversi individui che, alla vista delle forze dell’ordine, si sono dati alla fuga. Sono tuttora in corso gli accertamenti per identificare gli spacciatori.


In questo articolo: