Sant’Elia, per un quartiere libero dalla droga: in campo i volontari

L’iniziativa a Cagliari contro la diffusione della droga

E’ ripresa, dopo una breve interruzione, la collaborazione tra le ragazze Educatrici di Strada e Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga nel Borgo Sant’Elia. Nel pomeriggio del 31 agosto i volontari hanno rifornito nuovamente i locali pubblici e la farmacia del quartiere dei libretti informativi sulle conseguenze causate dall’uso di stupefacenti.

“Gli opuscoli distribuiti due settimane fa sono andati a ruba, molti nostri clienti, spontaneamente, ci chiedevano se potevano prenderli!” cosi’ gli esercenti che senza nessun problema hanno aderito nuovamente alla campagna “Sant’Elia libera dalla droga”.

Sia le Educatrici di Strada che i volontari della Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, sono determinati a portare avanti la campagna di sensibilizzazione allargando la distribuzione a tutte le abitazioni.

Oltre all’informazione lo scopo dei volontari é anche trovare semplici cittadini, istituzioni, associazioni e chiunque sia sensibile al problema, per lavorare insieme e creare le condizioni indispensabili per una rinascita del borgo.

 “L’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale è la droga”, cosi’ scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard.

Coscienti di questa emergenza sociale, i volontari non abbassano la guardia e continuano, con la distribuzione degli opuscoli informativi, per diffondere la cultura di voler vivere una vita liberi dalla droga.

La partecipazione all’iniziativa é aperta a tutti coloro che volessero collaborare in qualsiasi modo.

Info: it.drugfreeworld.org

Fb: fondazioneperunmondoliberodalladroga-cagliari

3487362226 Ignazio


In questo articolo: