Sant’Elia, la denuncia di Sonia: “Da giorni senza poter usare il bagno perché è crollato il soffitto. Il Comune non interviene”

Era appena uscita dal bagno Sonia P. quando si è vista cadere parte del soffitto. Abita nelle case popolari nella zona vecchia di Sant’Elia: “Da venerdì non posso usare i servizi, è da giorni che contatto il Comune ma nessuno interviene. Non so più come fare”

Poteva essere una disgrazia, ma fortunatamente non lo è stata quella che è capitata a Sonia Pusceddu, 51 anni, residente a Sant’Elia, nelle case comunali di via Rachel, al civico 8. Ma i disagi, quelli sì sono tanti. Era appena uscita dal bagno quando ha sentito un tonfo sordo e si è vista cadere parte del soffitto e della copertura in cartongesso. Dal piano di sopra era caduto uno scaldabagno, che ha fatto il disastro. L’incidente è accaduto quando mancavano venti minuti alle 8 di venerdì sera.

Ripresasi dallo spavento la donna ha chiamato i vigili del fuoco che si sono precipitati sul posto e hanno messo in sicurezza il bagno. Ha poi comunicato  subito al comune l’accaduto attraverso l’Urp e mandato anche le foto dei danni. Ma da tre giorni tutto tace e intanto il bagno è inagibile. “Da venerdì non posso usare il bagno, sono costretta a fare i bisogni in un secchio – racconta Sonia – Ad oggi nessuno si è fatto vedere o sentire nonostante i solleciti. Non posso continuare ad andare avanti così. Sono allibita, chiedo che almeno vengano per un primo intervento per poter usarlo in sicurezza”.