Sant’Efisio, Sartiglia e Cavalcata sarda: l’impatto sul territorio

Convegno di chiusura del progetto di ricerca del Crenos e dei due atenei sardi

Il 23 marzo il CRENoS, l’Università di Cagliari e l’Università di Sassari organizzano un convegno di chiusura del progetto di ricerca “Monitoraggio e valutazione dell’impatto economico degli eventi culturali e sportivi sull’economia regionale”. L’appuntamento è dalle 10 alle 13 a Cagliari, al Centro Comunale d’Arte e Cultura Il Ghetto, via Santa Croce 18, Cagliari.

Il progetto, finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna con L.R. n.7 del 2007 (Promozione della Ricerca Scientifica e dell’innovazione tecnologica in Sardegna), ha inteso rispondere alla specifica richiesta della Regione Sardegna di progettare un modello utile alla valutazione dell’impatto sul territorio degli eventi culturali e sportivi con valenza turistica. Oltre allo studio dei modelli teorici, sono stati costruiti dei set di indicatori per la misurazione delle diverse tipologie di impatto ed elaborate quindi delle raccomandazioni per la raccolta dei dati necessari.

Al convegno saranno illustrati e commentati i principali risultati delle attività di indagine diretta, condotte al fine di testare i modelli teorici e in riferimento ai tre casi di studio selezionati: la Festa di Sant’Efisio, Sa Sartiglia e la Cavalcata Sarda. Per l’occasione verrà inoltre condotto un approfondimento specifico sulla Festa di Sant’Efisio.

Coordina i lavori del convegno Stefano Usai, referente scientifico del progetto. Dopo i saluti del Direttore del CRENoS Emanuela Marrocu e dell’Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Autonoma della Sardegna Claudia Firino, presentano i risultati alcuni dei numerosi ricercatori coinvolti nel progetto: Giuseppe Melis, Patrizia Modica e Daniela Pettinao del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Cagliari.

Discuteranno i risultati Claudio Piga della Keele University (Staffordshire, UK), Barbara Terenzi del VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo. Ufficio Diritti Umani e Advocacy, Roma) e Barbara Argiolas, Assessore allo sviluppo economico e al turismo del Comune di Cagliari.