Sant’Efisio, la rabbia degli animalisti a Cagliari: “Buoi sfruttati, caduti, con occhi tristi e rassegnati, ma the show must go on”

La Lav non ci sta e annuncia battaglia parlando di sfruttamento dei buoi durante la festa di Sant’Elisio oggi a Cagliari: “Che sarà mai se un bue è caduto? Si è rialzato e nessuno ha pensato che forse era meglio farlo fermare. The show (e Sant’Efisio) must go on…”

Sant’Efisio, la rabbia degli animalisti a Cagliari. La Lav non ci sta e annuncia battaglia parlando di sfruttamento dei buoi durante la festa di Sant’Elisio oggi a Cagliari: “Che sarà mai se un bue è caduto? Si è rialzato e nessuno ha pensato che forse era meglio farlo fermare. The show (e Sant’Efisio) must go on. Chiunque fosse in possesso di immagini dalle quali si evinca che l’animale e’ zoppo o sofferente può inviarcele a [email protected]”. Ma non finisce qui, perché la polemica degli animalisti era cominciata già prima che su Casteddu Online uscisse la notizie di un animale scivolato all’uscita della Chiesa. “Primo Maggio: festa dei Lavoratori ma a Cagliari e in Sardegna è soprattutto la festa di Sant’Efisio. Gli occhi dei buoi di Sant’Efisio sono però tristi e rassegnati: espressione di una schiavitu’ colorata ed agghindata che festa e devozione popolare non mascherano ma evidenziano.Sarebbe simbolicamente suggestivo e spiritualmente piu’ profondo che il voto venisse sciolto trasportando il santo a piedi e con la forza delle sole braccia dei fedeli.
Le tradizioni se sono vive dovrebbero evolvere in una direzione rispettosa della dignità e dei diritti degli animali mantenendo i loro significati più profondi. Una scenografia senza sfruttamento è semplicemente possibile”, sostengono gli animalisti della Lav accendendo la polemica.

 

 

 


In questo articolo: