Sant’Antioco, il sindaco vieta la sigaretta in spiaggia

Ordinanza sindacale, divieto di fumo in spiaggia a Sant’Antioco

Con un’ordinanza sindacale (Norme utilizzo spiagge – integrazione) il Comune di Sant’Antioco istituisce il divieto di fumo nelle spiagge antiochensi. Un provvedimento assunto dopo attente valutazioni, che assolve a due obiettivi principali: dare l’opportunità ai bagnanti non fumatori di respirare esclusivamente l’aria del mare e non il fumo passivo; contenere l’abbandono di mozziconi in spiaggia, brutta e consolidata abitudine di pochi incivili. Chiunque vorrà accendere una sigaretta dovrà allontanarsi dalla battigia. I trasgressori saranno punti con sanzioni da 25,00 euro a 500,00 euro e Comando di Polizia Municipale, Carabinieri e tutte le Forze dell’ordine sono chiamate al rispetto dell’ordinanza.

Già in passato sono state avviate iniziative tese a ridurre la presenza di cicche nell’arenile, come la consegna gratuita di “posacenere da viaggio”. Ma, visto che alcuni non mostrano la giusta e doverosa sensibilità, si è reso necessario introdurre il divieto: «Nella speranza – commenta il sindaco Ignazio Locci – che lo stop al fumo possa limitare questo triste fenomeno. Il divieto rappresenta inoltre il tentativo di promuovere la cultura del rispetto, e sono assolutamente convinto che anche i fumatori sapranno cogliere questa opportunità. Del resto, questa iniziativa, già avviata in diversi Comuni d’Italia, ci consente di qualificare ulteriormente le nostre coste da un punto di vista turistico, eleggendole come meta di qualità a livello ambientale e della salute».


In questo articolo: