Santa Greca, dopo 2 anni di stop per il Covid riecco i festeggiamenti a Decimomannu

Dal 29 aprile al 2 maggio la comunità si rianimerà con i profumi tradizionali che da sempre hanno contraddistinto una delle sagre più amate in Sardegna

Decimomannu, riparte la festa di Santa Greca: dal 29 aprile al 2 maggio la comunità si rianimerà con i profumi tradizionali che da sempre hanno contraddistinto una delle sagre più amate in Sardegna.
Dopo due anni di stop imposto dal Covid, in occasione di Santa Greca di maggio, l’amministrazione comunale ha dato l’ok per bancherelle e giochi. Una grande novità, insomma, “confidiamo che i festeggiamenti per la nostra amata Greca siano l’inizio della nostra ripartenza” comunica l’assessore Monica Cadeddu.
Un anticipo di ciò che si vivrà a settembre, insomma, mese in cui la festa raggiungerà il suo massimo splendore. “Dopo un periodo lungo due anni dove la vita in certi momenti si è fermata, in altri ha rallentato a causa dell’emergenza sanitaria si sente la necessità di ripartire, economicamente, socialmente.
Volendo dare un segnale importante di ripresa – prosegue Cadeddu – proviamo a fare ciò che mai si è fatto: la festa di Santa Greca di maggio in versione rafforzata”. “La nostra comunità si rianimerà, con i profumi tradizionali delle locande, dei chioschi e del torrone; dove risuoneranno i rumori allegri delle giostre; dove le emozioni della devozione domineranno i silenzi dei momenti di fede”.


In questo articolo: