Sanluri, sostegno e lavoro per chi si trova in difficoltà economica

Sostegno e lavoro per chi si trova in difficoltà economica: ecco le misure messe in campo per tamponare le ripercussioni negative legate anche alle perdite finanziarie nel periodo della pandemia.

Centinaia di migliaia di euro messi in campo dall’amministrazione comunale: “Continuiamo a impegnarci per trovare soluzioni per le persone che sono in difficoltà in quest’ultimo periodo a causa della grave crisi internazionale. Le misure sono diverse: stiamo facendo lavorare i percettori del Reis e a breve anche quelli del Reddito di Cittadinanza, non solo con i lavori socialmente utili bensì anche negli uffici amministrativi poiché in tanti hanno le conoscenze e capacità giuste.
Per questi due interventi stiamo parlando di circa un milione di euro all’anno, che utilizziamo come forza lavoro per dare dignità a chi si trova in difficoltà e per me è una delle soddisfazioni più grandi”. 
Non solo contributi economici, quindi, ma anche impieghi di vario genere perché, oramai è noto, la maggior parte delle persone, che si trovano nella condizione di chiedere un ammortizzatore sociale, preferirebbero essere impiegati e impegnati con una mansione lavorativa.
Una problematica, però, di non semplice soluzione, ma dove e come le amministrazioni possono accontentare i richiedenti, come quella di Sanluri, studiano e progettano cantieri e programmi finalizzati all’inserimento lavorativo.
Tra i vari interventi previsti, sino al 2 dicembre sarà possibile richiedere il bonus affitti: quest’anno c’è una novità poiché potranno presentare domanda tutti coloro che, con un’autocertificazione, esporranno di aver subito una perdita del reddito Irpef superiore al 25%.
Porte aperte a chiunque ha la necessità di un aiuto, massima disponibilità, insomma, per reperire una soluzione pressoché immediata con la speranza che le difficoltà momentanee vengano meno al più presto.


In questo articolo: