Sanità nel caos, paziente rischia la morte a Olbia e Cagliari dice no all’intervento

Un caso emblematico. L’uomo doveva essere operato d’urgenza per un’ernia di Bochdalek, salita sino al cuore. Servono due equipe, dal Brotzu rispondono picche: alla fine viene salvato a Sassari


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un dolore fortissimo al petto e difficoltà a respirare. L’arrivo al pronto soccorso dell’ospedale di Olbia, le verifiche e la scoperta: ernia un’ernia di Bochdalek, l’intervento chirurgico è indispensabile e urgente. Ma un uomo che si è ritrovato l’ernia salita sino quasi al cuore ha rischiato di morire per colpa di rimpalli tra vari ospedali. Come riporta La Nuova Sardegna, dal Brotzu hanno risposto picche: un intervento simile può essere fatto nel più grande ospedale sardo, ma da Cagliari arriva il no. Il trasporto sarebbe stato fatto con l’elisoccorso, vista la gravità della situazione, ma non è stato possibile. Un rifiuto, forse motivato dall’indisponibilità dei medici cagliaritani, che ha mandato in tilt i loro colleghi olbiesi.

Alla fine, dopo ore di telefonate e di verifiche, il trasporto salvavita, via cielo, all’ospedale di Sassari. Lì, ad attendere il paziente, grave, i chirurghi: a Cagliari, dove le equipe sono addirittura due, una specializzata in chirurgia addominale e l’altra in chirurgia toracica, è stato impossibile effettuare il delicatissimo intervento.


In questo articolo: