Sanità in Sardegna, Lapia M5s contro Arru: “Il male è lei e la sua amministrazione. Voi fate paura”

Duro attacco su facebook della deputata Mara Lapia contro l’assessore regionale alla Sanità: “Lei non deve studiare, deve riflettere, su tutto il male e i danni che ha fatto e non so come faremo a recuperare. Distruggere è facile, ricostruire no”. La replica di Arru: “La prego, studi”

Scontro su facebook. Una duro attacco quello di Mara Lapia, deputata del Movimento 5 Stelle contro Luigi Arru, assessore regionale alla Sanità.

“Non fugga assessore, racconti cosa sta combinando ancora oggi, i tagli dei posti letto al reparto di Otorino a Nuoro per esempio”, scrive la Lapia nella propria pagina facebook, “da 16 a 8 posti letto con liste lunghissime per i bambini che devono essere operati ma soprattutto un reparto di eccellenza per la chirurgia per la cura tumori. La distruzione di Tempio, per non parlare delle menzogne vendute ai piccoli ospedali. Eliminato il cardiologo da Siniscola e anche la pneumologia, questo per restare in zona Nuoro eliminate le visite cardiologiche anche dall’ospedale di Nuoro. Non voglio dilungarmi in questo post, ma scriverò tutti i giorni per aggiornare i cittadini. Le ASL territoriali le ha svuotate, gli ospedali messi in ginocchio. Tagli scellerati assessore di cui deve rendere conto al territorio. Potrei stare ore a parlare. Mentre lei lustra gli specchi della nuova struttura. Dice che Nuoro non ne ha patito? Nuoro come tutta la Sardegna ha patito la Sua giunta regionale. Le invio giusto un accenno di ciò che faccio quando vado a “perder tempo” negli ospedali. Per esempio proprio a Nuoro. Ospedale a cui Lei deve tanto. Guardi le poltrone delle donne in travaglio o i bagni dell’ostetricia. Le sedie dei nostri medici. Guardi i cassetti pieni di ruggine dove le mamme dovrebbero mettere le tutine e i pannolini dei neonati. Ma non si vergogna? Non devo essere io a ispezionare gli ospedali ma LEI!!! La struttura dove Lei vanta i Suoi tagli! Dove sono quei soldi assessore?
Siamo ben felici di avere una nuova struttura di ricerca in Sardegna, e come movimento abbiamo onorato gli impegni presi dal precedente governo. Questo però non la autorizza a distruggere la sanità pubblica. Questo non era il fine del Mater. Questo è il VOSTRO e il SUO fine. Il Mater Olbia non fa male alla nostra sanità. Il male è lei e la Sua amministrazione. Voi fate veramente paura. Lei assessore non deve studiare, deve riflettere, su tutto il male e i danni che ha fatto e non so come faremo a recuperare. Distruggere è facile, ricostruire no”.

La replica. In serata, sempre su facebook, la risposta dell’assessore Luigi Arru. “Buonasera Onorevole Lapia, mi dica dove l’ho offesa, dicendo che deve studiare? Lo ripeto deve studiare la materia, leggi che non conosce, o con arte politica fa finta di non conoscere. Conosce il DM 70? Conosce il rapporto del MEF monitoraggio spesa sanitaria? Perché da parlamentare non propone modifica del DM 70? Perché la sua maggioranza ha votato emendamento su Mater Olbia? Perché non fa proposta per finanziare 10.000 contratti per scuole specializzazione? Il suo compito è di fare proposte di legge, non ispezioni! Al governo adesso ci siete voi? Perché non chiede al Ministro Grillo sospensione del DM 70? Perché non fa proposta per abolire Legge Gelli sulla responsabilità professionale, sul rischio? Perché non propone legge
Per partorire in centri nascita con meno di 200 parti? Perché non fa proposte concrete per ridurre accantonamenti, e far partecipare la Sardegna al fondo per farmaci innovativi! Sa cosa succederà se sarà applicata quota 100 pensioni al Sistema Sanitario Italiano? La smetta di parlare di tagli. Ribadisco invito ad un dibattito pubblico in sede di un quotidiano, con moderatori giornalisti. Io non l’ho mai messa sul personale, quindi evito polemiche sciocche ma la prego studi. Sa 2.4 è diverso da 2.04”


In questo articolo: