Sanità in frantumi, infermieri pronti a bloccare tutto a Cagliari: interviene il prefetto

Convocati il direttore generale e il sindacato Usb per cercare di scongiurare lo sciopero generale


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Infermieri e oss dell’Aou di Cagliari sono sul piede di guerra, interviene il prefetto per cercare di scongiurare il rischio sciopero generale, convocando per lunedì 25 settembre il direttore generale dell’AOU di Cagliari e l’USB Sanità, unico sindacato che ha proclamato lo stato di agitazione del personale. In concomitanza dell’incontro alle ore 10 si terrà il sit-in e una conferenza stampa in Piazza Palazzo.

“Non chiediamo la luna – dice Gianfranco Angioni, responsabile regionale USB Sanità – Chiediamo che i contratti vengano prorogati e rideterminate le dotazioni organiche allo scopo di restituire diritti e dignità a lavoratori e pazienti. Se questo non dovesse avvenire insieme ai lavoratori inaspriremo la vertenza ai massimi livelli”.

“Dopo la comunicazione della direzione generale del Policlinico di Monserrato che ha confermato ufficialmente che non verranno prorogati i contratti in scadenza il 30 settembre, come USB abbiamo ritenuto indispensabile investire il Prefetto della problematica, e richiedere l’attivazione delle procedure di conciliazione anche alla presenza dell’assessore Alla Sanità Carlo Doria.
La notizia della mancata proroga dei contratti oltre ad essere stata un fulmine a ciel sereno, l’abbiamo ritenuta vergognosa e raccapricciante, in quanto ha dimostrato completa lontananza ai bisogni della salute. Oltre 40 figure professionali tra infermieri e OSS se non si troveranno soluzioni immediate perderanno il proprio posto di lavoro. Questo non possiamo permetterlo”.