Sangue in via Sant’Eulalia, quattro ubriachi gli autori della rapina

Tre di loro sono stati individuati e arrestati. Il quarto è ricercato dalla Polizia

E’ finita con l’arresto di tre persone, tra i 20 e i 30 anni, la rissa che si è verificata questa notte alla Marina. Agli occhi degli uomini della Squadra Volante, che poco dopo le 2 hanno raggiunto via Sant’Eulalia, si è presentato uno spettacolo orribile: la strada cosparsa di frammenti di vetro, chiazze di sangue e, poco distanti, attorniati da una piccola folla, due giovani in vesti strappate che mostravano sul corpo i segni di una forte colluttazione. I due feriti, entrambi originari del Bangladesh, hanno riferito ai poliziotti di essere stati aggrediti selvaggiamente da quattro connazionali mentre si apprestavano a rientrare a casa al termine di una giornata di lavoro. Gli aggressori, dopo averli minacciati brandendo alcune bottiglie rotte, si sono lanciati contro le vittime, tramortendole e derubandole di tutto il denaro e di un telefonino. Mentre il più grave dei due veniva portato in ospedale per ricevere le prime cure, l’altro giovane è rimasto con i militari ed è riuscito a indirizzarli verso l’appartamento di tre degli aggressori, tutti ubriachi. Il quarto è riuscito a far perdere le proprie tracce ed è ricercato. La Polizia ha recuperato la refurtiva, per un totale di 900 euro in contanti e un telefonino Samsung, che sono stati quindi riconsegnati ai legittimi proprietari. 

I tre uomini sono stati tratti in arresto per i reati di rapina aggravata in concorso e lesioni personali. Su disposizione del P.M. di turno sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima previsto per stamattina. 

Foto di Alessandro Congia