San Michele, vandali scatenati tra alcol e droga: i residenti hanno paura

Urla, falò e “strani giri” in piazza Italo Stagno, uno dei cuori del rione popolare cagliaritano. Gli abitanti, impauriti ed esasperati, scrivono a Casteddu Online: “Ogni giorno è il caos, viviamo nel terrore. Nessuno interviene nonostante le nostre telefonate di allarme”. GUARDATE il VIDEO

Si incontrano in gruppi, quasi sempre, e rimangono lì per ore, tra una birra – quando va bene, per terra rimangono anche bottiglie di vodka – bicchieri di plastica e cartacce. E anche “strani giri” che, a detta di più di un residente, avrebbero a che fare con la droga. Succede in piazza Italo Stagno, nel rione popolare cagliaritano di San Michele. Un andazzo che va avanti da anni, come raccontato già nel 2018 dal nostro giornale. Ora, come allora, sono gli abitanti delle palazzine che affacciano sulla piazzetta a lanciare il “nuovo” sos, chiedendo di essere tutelati da possibili “rappresaglie” con l’anonimato: “Ogni giorno e notte si spaccia, si fa uso di droghe, si distruggono i beni comuni, si accendono roghi e si disturba la quiete pubblica. Il tutto è stato segnalato più volte alle autorità competenti, anche chiedendo la rimozione o lo spostamento di alcune panchine, che risultano nascoste al passaggio delle Forze dell’ordine. Spesso si fa uso anche dell’ex asilo nido per usarlo come passaggio o deposito per gli stupefacenti. Ma tutto tace”. Poche ma sin troppo chiare righe che ben descrivono la situazione.

 

Insomma, degrado e caos proprio a poca distanza dalla mensa universitaria di via Premuda e dalla via Abruzzi meta, ogni giorno, di migliaia di cagliaritani e studenti indaffarati tra una visita al cimitero o le “corse” per trovare posto tra i tavoli della mensa e poter pranzare.