Sabato a Iglesias ritornano I Tramonti di Porto Flavia

Quarta edizione per la rassegna dedicata alla musica di qualità e ai suoi talenti organizzata in uno dei più suggestivi scorci della costa sud occidentale della Sardegna

Due appuntamenti davanti allo spettacolare scenario della miniera di Porto Flavia, nel Sulcis Iglesiente, dove mare e terra s’incontrano.

Sono I Tramonti di Porto Flavia, quarta edizione della rassegna dedicata alla musica di qualità organizzata dall’associazione Anton Stadler come anteprima del XXII Festival di musica da camera in programma in autunno a Iglesias.

Dietro la direzione artistica del compositore e bandoneonista Fabio Furìa, la manifestazione quest’anno propone due concerti (l’e il 22 agosto) organizzati nel rispetto di tutte le normative di sicurezza imposte per il contenimento del covid 19.

Sabato 1° agosto alle 20,30, il primo appuntamento è con “Enfant prodige”, una serata che vedrà sul palco il giovanissimo virtuoso dell’oboe Carlo Cesaraccio (già vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali) accompagnato dall’ensemble Ellipsis, composto da Alessandro Puggioni e Alessio Manca, al violino, Gioele Lumbau, alla viola, Francesco Abis, al violoncello.

La serata proporrà un repertorio raffinato e coinvolgente che ruota attorno alle sonorità dell’oboe per offrire un appassionante viaggio nel tempo capace di condurre l’immaginazione dell’ascoltatore tra i nobili di corte nei sontuosi palazzi settecenteschi.

Las lagrimas de amor y popular anime” è invece il concerto in programma sabato 22 agosto (sempre alle 20,30) quando protagonista sarà il duo di caratura internazionale formato dal soprano Veronica Granatiero e dal chitarrista Luciano Pompilio. Brani da Almeida a Verdi, da Rossini a Giuliani, per ripercorrere il linguaggio universale dell’amore, della passione, dell’amicizia e della saggezza popolare, declinato nei secoli e negli stili, dal Barocco al belcanto, dalla samba al verismo.

I tramonti di Porto Flavia non è solo musica: in collaborazione con il Consorzio turistico dell’Iglesiente, nei giorni dei concerti l’area in cui sono state scritte importanti pagine della storia mineraria in Sardegna sarà visitabile a un prezzo speciale riservato al pubblico della rassegna (per prenotazioni tel. 0781 274507 o 348 317 8065).

Per assistere ai concerti è necessaria la prenotazione che può essere fatta scrivendo una mail all’indirizzo

infoantonstadler@gmail.com o chiamando al numero 342 580 5156.

Costo dei biglietti: singolo: €15,00. Biglietto bambini sotto i 12 anni: €5,00.

In occasione dei concerti sarà disponibile da Iglesias un servizio di bus navetta.

I Tramonti di Porto Flavia è realizzato con il contributo di: Regione autonoma della Sardegna- Assesorato all’istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, Comune di Iglesias, Fondazione di Sardegna.

In collaborazione con: Consorzio Turistico per l’Iglesiente.

I progatonisti

Carlo Cesaraccio ha iniziato gli studi di oboe, all’età di 9 anni, nel mese di aprile 2015 sotto l’amorevole ma severa guida del padre M° Alberto Cesaraccio, oboista e docente di conservatorio, il quale ha compreso subito di avere un enfant prodige e ha debuttato con lui in duo il 28 dicembre 2015 al Museo Guiso di Orosei (Sardegna). Ha vinto diversi concorsi: 1° premio assoluto con votazione 100/100, borsa di studio e invito alla serata di gala della manifestazione al 9° Concorso Nazionale Musicale “Città di Campagnano” (aprile 2016); 1° Premio col punteggio di 98,10/100, il terzo assoluto fra tutte le categorie, con borsa di studio, al Concorso Internazionale di Povoletto (UD) (giugno 2016); 1° Premio CAT. B Sez. II oboe con votazione 96/100 al XXIX Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” della Città di San Bartolomeo al Mare

(IM) (31/07/2016); Vincitore della Selezione Giovani Concertisti Accademia Musicale Praeneste di Roma (24-25/11/2016); 1° Premio Assoluto col punteggio di 100/100 e Premio Speciale AGIMUS Livorno al prestigioso Premio Crescendo di Firenze, con invito a esibirsi alla Serata di Gala nel Salone dei 500 del Palazzo degli Uffizi (giugno 2017). Ha vinto l’audizione come oboista, da esterno, per l’Orchestra Giovanile del Conservatorio di Musica Luigi Canepa, alla quale ha partecipato per l’anno accademico 2015/2016 come 1° Oboe, e con gli allievi dello stesso Conservatorio si è esibito in scuole e biblioteche in manifestazioni dedicate alla promozione e diffusione della musica.

Ha seguito le seguenti Masterclass: con il M° Paolo Grazia, 1° Oboe dell’Orchestra del Teatro  Comunale di Bologna, dal 19/04/2016 al 22/04/2016; con il M° Roy Carter, ex 1° Oboe della London Simphony Orchestra (dal 08/08/2016 al 16/08/2016); con il M° Rossana Calvi, 1° Oboe dell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia (marzo 2017); col M° Hansjörg Schellenberger, storico Primo Oboe solista dei Berliner Philarmoniker (dal 24/07/2017 al 30/07/2017). Dopo il debutto del dicembre 2015 si è esibito come solista con orchestra a Santulussurgiu (Sardegna) nel mese di Agosto 2016 (   https://www.youtube.com/watch?v=9AdHiR4z8dU), il 28 dicembre 2016 a Sassari (                https://www.youtube.com/watch?v=tfyTgfhNuWw       ), il 27 gennaio a Roma con un intero recital solistico a lui dedicato come enfant prodige, il 24 marzo 2017 a Sassari nel Convegno Internazionale Brain and Music. A luglio ha debuttato all’estero con due concerti in Montenegro, per il prestigioso Festival “Dani Muzike”, a Herceg Novi e a Kotor È iscritto per l’anno accademico 2016/2017 al Conservatorio di Musica Luigi Canepa di Sassari al Corso di Pianoforte Principale nella classe del M° Francesco Mirabella.

Ensemble Ellipsis. E’ attivo, di fatto, da diversi anni e si è recentemente legato all’associazione da cui prende il nome per perseguirne gli stessi scopi: diffusione della musica in generale, ma con un’attenzione particolare per quella cosiddetta «antica».

Il gruppo, sotto la guida del suo creatore Alberto Cesaraccio, svolge la propria attività in diverse formazioni a partire dal duo e si evolve in continuazione verso nuovi e più ampi insiemi. Alterna abitualmente concerti di sola esecuzione ad incontri musicali o vere e proprie lezioni – concerto in cui sono trattati, con ampie illustrazioni verbali, diversi particolari temi del periodo barocco (per esempio l’uso della retorica od altri aspetti formali ed interpretativi della musica dell’epoca) od altri della storia della musica.

L’Ensemble ELLIPSIS ha tenuto tournée in Belgio, Austria, Repubblica Ceca ed Australia, con concerti nella sede del Parlamento Europeo, un ciclo di lezioni-concerto per gli alunni della Scuola Europea di Bruxelles e registrazioni per le emittenti nazionali australiane SBS e ABC. Si è esibito in gran parte d’Italia, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia.

Ottimo il successo del CD, interamente dedicato al compositore romantico Napoleon Coste, registrato dal Duo Ellipsis per conto della casa discografica Bongiovanni di Bologna. Nell’ottobre 2002 il Duo ha tenuto un’appaludita tournée nelle Fiandre.

Da segnalare nel 2005 la prima esecuzione moderna di una Triosonata di Carlo Antonio Marino  (1670-1735) e le prime esecuzioni assolute di “Lachrymae novae (ellipticae)” e di “Ariadne”, dedicati all’Ensemble Ellipsis da Pieralberto Cattaneo (1953).

Veronica Granatiero. Nata nel 1988, inizia giovanissima lo studio del canto e consegue nell’anno 2014 il Diploma con Lode in Canto Lirico presso il “Conservatorio Umberto Giordano” di Foggia sotto la guida del Mezzosoprano Angela Bonfitto. Nel Giugno 2015 consegue il Master di Alta Formazione dell’Università di Bologna in “Vocologia Artistica” sotto la docenza dei Dottori in Foniatria Franco Fussi e Silvia Magnani.

E’ vincitrice del Primo Premio al 14° Concorso Internazionale di Canto Lirico “Luigi Zanuccoli”, del Primo Premio al Concorso Internazionale per cantanti lirici “Cengio in Lirica 2016”.

Debutta nell’agosto 2016 come Liù nella “Turandot” di G. Puccini, a Braunfels (Germania) nell’ambito del Festival Europa Opera Classica diretta dal M° Sibylle Wagner, ruolo che reinterpreta con successo presso il Teatro Nazionale dell’Opera e Balletto “Oleg Danovski” di Constanta (Romania).

E’ Elena nell’Opera “Il Cappello di Paglia di Firenze” di Nino Rota all’interno del progetto LTL Opera Studio, cantando cosi nei teatri coinvolti quali il Teatro Verdi di Pisa, il Teatro del Giglio di Lucca e il Teatro Goldoni di Livorno sotto la direzione del M° Francesco Pasqualetti.

Interpreta per la prima volta Oscar in “Un ballo in maschera” nell’Aprile 2017 presso il Teatro Nazionale dell’Opera e Balletto “Oleg Danovski” di Constanta (Romania) diretta dal M° Koichi Inoue.

Debutta il ruolo di Musetta ne “La Bohème” di G. Puccini all’interno del famoso festival “Le Cartoline Pucciniane” a Lucca, organizzato dal Teatro del Giglio e nel mese di Novembre 2017 presso il Teatro Stabile di Potenza diretta dal M° Benedetto Montebello.

E’ la Contessa di Almaviva ne “Le Nozze di Figaro” di W. A. Mozart all’ Opera Nice Cotè d’Azur e ad Anthea Antipolis Theatre a Nizza ed Antibes in Francia, sotto la direzione del M° György G. Ráth e la regia di Daniel Benoin.

I prossimi impegni la vedranno impegnata nel Novembre 2018 nel debutto di Gilda in forma di concerto a Mosca presso il Moscow International Performing Art Center, a Dicembre nel ruolo di Eileen Sherwood del musical “A Beautiful Town” di Leonard Bernstein e nel ruolo di Zerlina nel “Don Giovanni” di W.A. Mozart nei Teatri dell’Opera di Nizza ed Antibes.

Particolarmente attenta anche al repertorio cameristico, Veronica canta in duo con il chitarrista Luciano Pompilio (1°Premio Concorso Montelimar), eseguendo musiche di Giuliani, Rodrigo, De Falla etc, in tournèe in tutta Europa, nell’estate 2018 tra gli impegni più importanti saranno ospiti nel prestigioso “Iserlohn Guitar Festival 2018” in Germania e “Halbturner Schlosskonzerte” in Vienna.

Studia attualmente con il Soprano Francesca Patanè.

Luciano Pompilio. Si diploma in chitarra classica nel 1990 presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, con il massimo dei voti. Parallelamente studia musicologia presso l’Università di Lettere e Filosofia di Bologna conseguendo la Laurea D.A.M.S. con l’analisi del Nocturnal di Britten in Semiologia della Musica.

Dopo importanti esperienze solistiche e con varie formazioni, si è unito in duo con Giuseppe Caputo imponendosi all’attenzione della stampa e degli addetti ai lavori vincendo in questa formazione 25 concorsi con 15 primi premi assoluti, tra i quali spicca il concorso di Montelimar (Francia), il concorso più importante al mondo per duo di chitarra.

Contemporaneamente ha seguito il Corso Internazionale di Formazione Concertistica presso l’Arts Academy di Roma sia come solista (triennale) sia come duo (Biennale), laureandosi con il massimo dei voti.

Ha inciso 8 CD. L’ultimo cd “Tribute” è nella Top 200 Release di Itunes al 30° posto in Canada e Germania.

Ha suonato per importanti istituzioni musicali in tutta Europa, Asia e America.

Nella sua recente visita in Paraguay, luglio 2018, ha ricevuto dal Congreso Nacional del Paraguay, Direcìon de Cultura, il “Premio Repubblica”, uno dei più prestigiosi riconoscimenti civili dell’America Latina come cultore e diffusore delle opere di Augustin Barrios Mangorè nel mondo ed è stato considerato tra i migliori interpreti della musica del leggendario compositore.

E’ direttore artistico del Festival Internazionale di chitarra “Città di Manfredonia” e della Stagione Concertistica Internazionale “In Concerto” a San Giovanni Rotondo.


In questo articolo: