“Sa Gloriosa ‘e Masuddas” una promessa che si rinnova

Tempo di rituali e festa per una tradizione che si rinnova da secoli: i masullesi onorano la Santa Patrona “Sa Gloriosa” con quattro giorni di festa, sagre e lo straordinario concerto di Enrico Ruggeri

Come la gran parte delle tradizioni anche questa nasce da una storia che si confonde con una leggenda. Ma qualunque siano le origini di questo evento, una cosa è sicura: la devozione dei  cittadini di Masullas per la Santa Patrona, la Beata Vergine delle Grazie “Sa Gloriosa”. Un amore che si rinnova anche quest’anno e che porta il piccolo borgo del Parte Montis ad aprire le porte del paese per festeggiare una promessa che si rinnova da secoli. Nel calendario di quest’anno quattro giorni di festa, sagre e lo straordinario concerto di Enrico Ruggeri previsto per il 2 luglio a Masullas.

Più che una Santa, una madre protettrice per il paese che la chiama affettuosamente “Sa Gloriosa” ma che, contemporaneamente, rispetta la rigida sacralità che da secoli scandisce i momenti rituali della celebrazione della Festa.

Il primo appuntamento è con la cerimonia del “Discendimento” che si svolgerà venerdì 29 giugno alle ore 18.00 presso la Chiesa della B.V. Gloriosa. In questa occasione il Simulacro della Vergine viene, appunto, “disceso” dall’altare in cui si trova durante l’anno, tra un coro di preghiere e canti. Un’emozione senza tempo in un’atmosfera carica di sacralità. Il simulacro verrà presentato alla popolazione che gli renderà omaggio prima che la statua venga sistemata nel tronetto processionale, “Sa Cadira”, e portato in processione per le vie del paese.

A seguire, sempre nella serata di venerdì 29, si terrà il consueto appuntamento con la Sagra della Pecora e i canti e i balli in piazza. Appuntamento alle 20:30 in Via dei Fabbri (zona PIP) con la tradizionale manifestazione culinaria organizzata dall’Associazione Comitato Permanente Beata Vergine delle Grazie “Sa Gloriosa”, per una serata all’insegna dello stare insieme. Un’Associaizone che oggi è formata da circa 15 persone ma in paese, da quando si ha memoria, è sempre esistito un gruppo spontaneo che lavorava per un anno intero, con solerzia e devozione per organizzare al meglio ogni momento della Festa che rendesse omaggio alla Statua di quella Santa scoperta per caso, secondo la leggenda, tra le campagne di Mogoro e Masullas.

Domenica 1 luglio, come da tradizione, alle 22:30 presso il campo sportivo di Masullas è il turno dello spettacolo pirotecnico “Sa Roda de Sa Gloriosa”. La serata continua con lo spettacolo musicale Daver Ruda e la sua band (THE VOICE) in Via dei Fabbri (zona PIP).

La festa vera e propria si terrà lunedì 2 Luglio. Una mattinata dedicata agli eventi religiosi con la Santa messa e la solenne processione per le vie del paese con il simulacro de “Sa Gloriosa” accompagnata dai gruppi folk di Masullas, Sardara, Arcidano, cavalieri e Banda Musicale di Mogoro. Nel pomeriggio, dalle 18:30, in piazza Don Leon Sepulvèda, si terranno i “Giochi a s’antiga” e ancora balli sardi in piazza. La festa prosegue fino alle 22:30 quando, in Via dei Fabbri (Zona PIP), si terrà il grandissimo concerto di Enrico Ruggieri che ha scelto Masullas come tappa del suo tour.

Dopo i grandi eventi di lunedì, la festa si chiude martedì 3 luglio: dopo la Santa Messa e gli eventi religiosi della mattina, si prosegue con una serata ricca di appuntamenti. Per gli amanti dello sport, partita di calcio ed esibizione di Kick Boxing, per gli appassionati della tradizione balli sardi in piazza e la sera grande spettacolo con “Zenias e Giuliano Marongiu” in tour. A seguire l’estrazione della sottoscrizione a premi e balli sardi in piazza per tutta la notte.


In questo articolo: