Russia, è iniziata l’era di Mikhail Mishustin

Il voto della Duma ha confermato la nomina. Quali sono gli obiettivi del nuovo primo ministro e quali, invece, le richieste del presidente Vladimir Putin

Tecnocrate a capo fino a ieri dell’Agenzia federale delle entrate, Mishustin, 53 anni, era stato indicato meno di 24 ore prima dal presidente russo come il successore di Dmitri Medvedev, dimessosi con tutto il governo dopo l’annuncio da parte di Putin di quella che si presenta come la maggiore riforma politica nel Paese degli ultimi 25 anni: significativi cambiamenti della Costituzione che potrebbero garantire al longevo leader di tirare le fila della macchina di potere russa anche quando, al termine del suo secondo mandato consecutivo, non potrà ricandidarsi a causa dei limiti impostigli dalla legge.


In questo articolo: