Ruote nella storia, auto d’epoca attraverso i siti minerari del Sulcis

Si è tenuta domenica la prima tappa sarda di “Ruote nella Storia”, manifestazione a carattere nazionale promossa dall’Automobil Club di Cagliari e da Aci Historic Cagliari con la collaborazione del Parco Geominerario Sardo. Guardate il VIDEO

di GIUSEPPE TAMPONI

Si e’ tenuta domenica primo Ottobre la prima tappa sarda di ” Ruote nella Storia “, manifestazione a carattere nazionale promossa dall’ Automobil Club di Cagliari e da Aci Historic Cagliari con la collaborazione del Parco Geominerario Sardo . Evento dedicato alle auto d’ epoca , protagoniste di un suggestivo tour attraverso alcuni tra i siti minerari piu’ rilevanti dell’ intero Sud Sardegna . A partire dalle 8,30 la Concentrazione degli autoveicoli ad Iglesias nel piazzale antistante il campo sportivo ” Monteponi” nella Via Valverde , dove si sono svolte anche le verifiche tecniche delle numerose auto accreditate all’evento . A seguire, la partenza del corteo attraverso le vie cittadine per raggiungere la ” Grande Miniera di Serbariu ” a Carbonia, un esteso giacimento che rimase attivo dal 1937 fino alla fine degli anni sessanta , dove gli equipaggi hanno potuto cosi’ visitare il ” Museo del Carbone “, riaperto al pubblico nel 2006 ed osservare al suo interno una vasta rassegna di
attrezzi da lavoro , oggetti di uso quotidiano , fotografie e documenti riguardanti il mondo minerario. E’ stato possibile inoltre ammirare una ricca collezione di lampade a testimonianza di decenni di attivita’ mineraria . Particolarmente toccante la visione della ” Sindone di Serbariu “, un’opera permanente allestita nella sala docce della Lampisteria, con le impronte , le firme , le qualifiche dei minatori e l’ indicazione del periodo in cui hanno prestato servizio . E’ stata poi visitata la Galleria sotterranea con al suo interno la rappresentazione dell’ attivita’ estrattiva mediante l’ esposizione di attrezzi e macchinari dell’ epoca accompagnati dai suoni tipici della lavorazione nel sottosuolo.
Nella tarda mattinata le autovetture sono ripartite in direzione Narcao per giungere al ” Villaggio Minerario Rosas ” sito attivo ufficialmente dal 1849 fino al 1980 ma sfruttato sin dall’ eta’ Romana per proseguire poi in quella medievale e Pisana , dove le auto sono state esposte nel piazzale principale e gli equipaggi hanno potuto visitare gli ambienti dell’ antica ” Laveria ” , vero cuore pulsante del sito , osservare i grandi mulini per il trattamento dei minerali , ancora funzionanti e l’ interessantissimo impianto di flottazione .
Di grande rilevanza anche il museo ,sito al pianterreno dell’ edificio che ospitava la Laveria , con attrezzature ed oggetti riguardanti l’estrazione ed una vasta esposizione di minerali presenti nel sito . Il tour ha proseguito in direzione Perdaxius dove e’ stata visitata un’ antica chiesa del 1300 all’ interno del ” Parco di San Leonardo ” . Il pranzo conviviale ha accompagnato il trascorrere delle ore nel pomeriggio seguito poi dalla premiazione per i partecipanti . Numerose sono state le auto presenti all’ evento , in evidenza tra le altre una Triumph Tr/3a del 1960 ,una Fiat 1300 del 1964, una Lancia Fulvia prima serie del 1965 ,una Fiat 500 del 1970 , una Mg B del 1973 , una Lancia Fulvia coupe’del 1973 ed un altra del 1974 ed ancora Daimler S3 del 1980 , Alfa Romeo Giulietta del 1981 , Citroen Visa del 1982 ,Lancia Beta Trevi del 1984 , Ginetta G 32 del 1992 ,Bmw 318 i Touring del 1994, Suzuki Samurai SJ413 del 1995 , Daimler Six del 1996 ,Land Rover Defender del 1997 ,
Bmw Z3 del 1998 , Mercedes Slk del 1998 , Bmw 323 i del 1999 . Completano la prestigiosa rassegna Jaguar Mk2 , Porsche 964, Jeep Wagoneer , Mercedes D 220 , Alfa Romeo Gt Junior , Fiat Barchetta , Mercedes Slk , Alfa Romeo Giulia . Una giornata vissuta all’ insegna del motorismo storico , della valorizzazione delle bellezze del territorio e del meraviglioso patrimonio minerario della Sardegna Meridionale , caratterizzata dall’ impegno e dalla passione di organizzatori e partecipanti non senza un pizzico di emozione . Una data sicuramente da ricordare .


In questo articolo: