Rombo di Tuono al Polo Sud: nasce il Gigi Riva fan club Antartide

Nel giorno in cui si celebra la vittoria dello storico scudetto vionto dal Cagliari nel 1970 nasce il Gigi Riva Fan club Antartide. Protagonista dell’iniziativa è Marco Buttu ingegnere elettronico di Gavoi impegnato in una missione scientifica al polo sud

Rombo di Tuono anche in Antartide. Nel giorno in cui si celebra la vittoria dello storico scudetto vionto dal Cagliari nel 1970 nasce il Gigi Riva Fan club Antartide. Protagonista dell’iniziativa è Marco Buttu ingegnere elettronico di Gavoi impegnato in una missione scientifica al polo sud.

“Gigi Riva è il personaggio del mondo dello sport che stimo più di tutti. Ha sempre messo al primo posto i rapporti umani piuttosto che il denaro: un campione dentro e fuori dal campo. Da parecchio pensavo di dedicargli qualcosa qua nell’altopiano antartico, e così finalmente mi son deciso a farlo: con Pippo (Filippo) abbiamo lanciato un pallone sonda che ha volato per decine di km nel cielo dell’Antartide, inaugurando sotto la luce della Luna il “Gigi Riva fan club” più remoto del pianeta”.

Filippo è il nostro fisico dell’atmosfera e ogni giorno alle 19 locali lancia uno di questi palloni, gonfiati con elio. Al pallone viene attaccata una sonda, ovvero un piccolo strumento in grado di misurare la temperatura, l’umidità relativa, la pressione, la direzione e l’intensità del vento. La sonda invia queste informazioni a terra, dove vengono salvate e trasmesse direttamente ai centri che si occupano di fare le previsioni meteorologiche, oppure vengono studiate in un secondo momento. Dome C (scritto in basso nel pallone) è il nome dell’altopiano in cui ci troviamo”.


In questo articolo: