Giallo di Valentina e Manuel, ennesimo round in tribunale: chiuso l’incidente probatorio

Dopo la riapertura delle indagini in seguito all’esposto presentato dalla famiglia di Manuel Piredda, il gip Maria Gabriella Muscas ha ordinato l’incidente probatorio, per capire se Valentina Pitzalis abbia o meno delle responsabilità per la morte dell’ex marito. Nelle prossime settimane la decisione del procuratore aggiunto: archiviazione, indagini da proseguire o rinvio a giudizio

La data del nuovo round in tribunale si sapeva già da mesi. Si è chiuso l’indicente probatorio relativo all’incendio che, nel 2011, ha portato alla mote di Manuel Piredda a Bacu Abis. In quell’occasione, la sua ex moglie, Valentina Pitzalis, è rimasta gravemente sfigurata al volto proprio a causa delle fiamme. Dopo quattro “appuntamenti” davanti al giudice, tutte le carte ritornano tra le mani di Gilberto Ganassi, procuratore aggiunto: massimo qualche settimana e si saprà se bisognerà portare avanti le indagini, archiviarle, o chiuderle. In quest’ultimo caso, potrebbe esserci il rinvio a giudizio della Pitzalis, indagata. Lei si è sempre difesa da tutte le accuse e dubbi mossi dai familiari di Manuel Piredda: sono stati proprio loro, ormai due anni fa, a presentare – tramite i loro avvocati – l’esposto che ha portato alla riapertura delle indagini. I consulenti di Piredda sono stati ascoltati dal gip. Adesso bisogna solo attendere la decisione finale.