“Riva, insegna i tuoi valori a questi giocatori”: Giulini e Liverani spingono invece il Cagliari verso un campionato anonimo di B

Non è bastato il bellissimo striscione degli Sconvolts: una sola vittoria nelle ultime 8 partite, 12 formazioni diverse, un errore difensivo di Altare inaccettabile. nel calcio professionistico, pochissimo gioco e decimo posto in classifica. Qualcuno non ha capito cos’è la maglia del Cagliari, che è la Nazionale dell’intera Sardegna e dopo una retrocessione amarissima è arrivato un campionato in B al momento disastroso

Non è bastato il bellissimo striscione degli Sconvolts: una sola vittoria nelle ultime 8 partite, 12 formazioni diverse, un errore difensivo di Altare inaccettabile. nel calcio professionistico, pochissimo gioco e decimo posto in classifica. Qualcuno non ha capito cos’è la maglia del Cagliari, che è la Nazionale dell’intera Sardegna e dopo una retrocessione amarissima è arrivato un campionato in B al momento disastroso. Giocatori fischiati a lungo dai tifosi dopo il primo tempo del pareggio col Pisa, qualunque squadra viene alla Unipol Domus a fare punti e a rammaricarsi quando non riesce a vincere, come ha fatto il m mister del Pisa D’Angelo a fine partita. La gestione della squadra di Liverani sta diventando ormai imbarazzante: oggi è sceso in campo Pereiro dal primo minuto rivelandosi un fantasma, e solo un grande Lapadula ha impedito il tracollo dopo il gol regalato da Altare agli avversari. Tantissimi gli errori tecnici dei rossoblù, con l’allenatore che parla di ansia e di paura dei giocatori e non trasmette certo segnali rassicuranti in vista della prossima gara con la capolista Frosinone. Il primo posto è distante tredici punti, c’è tempo perché il campionato è lungo ma le prestazioni sono talmente negative da regalare poche speranze di promozione. Spaventa e preoccupa anche il silenzio della società: i tifosi che pagano biglietti e abbonamenti avrebbero il diritto di sapere perchè Capozucca e Passetti sono stati licenziati e come e con chi saranno sostituiti. Quale sia l’obiettivo del presidente Giulini e quale progetto tecnico si vuole portare avanti. Oggi i tifosi che sono intervenuti a Radio Casteddu, nella trasmissione “A bocce ferme dopo il Cagliari”, hanno espresso ancora una volta chiaramente la loro delusione. Il Cagliari decimo in serie B, spesso in balia degli avversari. E’ questa la triste realtà, e meno male che Radunovic allo scadere ha fatto la parata dell’anno evitando un’altra umiliante sconfitta, per un Cagliari che non sa più vincere.

[email protected]

 

 

 


In questo articolo: